Calciomercato Milan: Biglia tra addio e… Lazio

Il cuore a metà. Per lui che, a Roma, ha lasciato tanti ricordi da capitano. Andandosene via un po’ alla chetichella, in quella tormentata estate del 2017 quando il Milan cinese sembrava potesse ridare lustro ad un Diavolo malconcio. E invece Biglia di certo in rossonero non ha entusiasmato: complici gli infortuni, le tormentate vicende societarie e un futuro apparso spesso nebuloso. Ma anche problemi di natura tecnica, con chi c’era prima in panchina (Montella) ma soprattutto con chi c’è oggi. Perché Gattuso ha iniziato puntando forte su di lui, salvo poi vedere l’esplosione di Bakayoko e constatare che la coesistenza dei due è impossibile. 

Calciomercato Milan, l’addio di Biglia

E la sfida di Coppa Italia sarà anche un momento in cui ci sarà un faccia a faccia tra il vecchio e il nuovo fosforo della Lazio. Perché proprio nel 2017 Lucas Leiva, brasiliano, prese il posto di Biglia, argentino: un affare per Lotito. Perché il milanista, tra acciacchi e Bakayoko, non è riuscito a diventare un leader della squadra rossonera. 

L’esplosione di Bakayoko

Proprio lui, Bakayoko. Dopo l’infortunio di Biglia, Gattuso lo ha schierato davanti alla difesa e il rendimento del francese è migliorato in maniera esponenziale. Ora che l’argentino è tornato, però, per il tecnico rossonero sono nati i grattacapi. Perché le prove per far convivere i due non sono mancate, ma i tentativi non sono andati a buon fine in quanto Bakayoko da mezzala fa fatica a trovare la posizione e a capire i tempi. 

L’interesse del Boca Juniors

E dunque per Biglia si aprono scenari che fino a qualche mese fa sembravano improbabili. I primi rumors sul suo futuro, visto anche un contratto in scadenza nel 2020 e soprattutto le 32 primavere alle spalle, che di certo cozzano con i dettami imposti da Elliott (atleti giovani e di qualità). Si è parlato del Boca Juniors, ma ad oggi nulla di concreto. 

Prima la Coppa Italia contro la Lazio

Prima di qualsiasi ragionamento, però, per Biglia c’è la sfida al suo recente passato, quella Lazio unico scoglio tra le lacrime e la gioia per una finale di Coppa Italia che appare come uno dei traguardi di questo Milan. Un ritorno, il suo, dopo tre mesi e mezzo di assenza causa la lesione muscolare al polpaccio che di certo non gli ha scalfito la voglia di emergere. Perché nonostante le 32 primavere, Biglia ha ancora voglia di entusiasmarsi ed entusiasmare. Anche quei tifosi rossoneri che non l’hanno mai visto come un vero e proprio idolo.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi