Beach Soccer: Asd Città di Milano al via del campionato

Ci sarà anche la Asd Città di Milano al via del campionato 2019 di Beach soccer. Con un comunicato ufficiale la LND ha deliberato la costituzione dell’organico del Campionato di Serie A di Beach Soccer – Poule Scudetto.

Serie A Beach soccer, Milano non c’è

Non è presente Milano nella Serie A di Beach soccer. Nell’organico del massimo campionato nazionale, infatti, ci sono il Canalicchio Catania, la ASD Catania, Catanzaro, Lamezia Terme, Napoli, Palazzolo, Pisa, Sambenedettese, Terracina e Viareggio. Non ci saranno playoff e playout: le prime 7 classificate della Poule Scudetto e la prima classificata della Poule Promozione, che otterrà contestualmente anche il diritto di iscrizione alla Poule Scudetto per la stagione 2020, parteciperanno alla fase finale per l’assegnazione del titolo. Allo stesso tempo l’ultima classificata della Poule Scudetto retrocederà in Poule Promozione per la stagione 2020 e l’ultima classificata della Poule Promozione retrocederà in Serie B nella stagione 2020.

Poule Promozione, c’è il Città di Milano 

Ufficiale anche il roaster della Poule Promozione in cui sono state inserite società già con una lunga esperienza nella Serie A italiana. Si tratta di Atletico Licata e Vastese (quarto campionato di fila per entrambe), Bari (ultimi due anni in B e un passato in A), Cagliari che raccoglie l’eredità del Villasimius, Città di Milano, Genova (vincente la B 2018), Noname Nettuno e Sicilia (entrambe alla loro terza presenza consecutiva), Romagna sempre in pista dal 2016 e Virtus Entella. La prima classificata prenderà parte alla Fase Finale della Poule Scudetto e acquisirà ufficialmente il diritto a partecipare al massimo campionato di Beach Soccer 2020. L’ultima in graduatoria scivolerà in Serie B.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi