Calciomercato Milan: via Gattuso, Romagnoli, Donnarumma, Kessie, Calhanoglu e Suso
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Tutto come prima. O quasi, perché ora c’è da correre per riconquistarsi la Champions League. Giornata frenetica quella di ieri in casa Milan e a Casa Milan, con Leonardo, Gazidis, Maldini e Gattuso a colloquio. Una camera caritatis che ha sancito ancora una volta il pessimo momento dei rossoneri in campionato, reduci da un mese di aprile dove hanno conquistato solo cinque punti in altrettanti partite; ma soprattutto la vicinanza della dirigenza al tecnico calabrese, al quale viene chiesto esplicitamente di poter arrivare al quarto posto. 

Giorno di riposo, giorno di confronto

Nel giorno di riposo della squadra (gli allenamenti riprenderanno solo oggi) il quartetto rossonero si è radunato in via Aldo Rossi: un incontro intimo e costruttivo, durato un’ora circa, che ha confermato l’unità di intenti e di visione dei quattro moschettieri al servizio di sua maestà Elliott. 

La Champions League è ancora raggiungibile

Perché a conti fatti non è tutto da buttare: il Milan è ancora in piena corsa per la qualificazione in Champions League e l’obbiettivo dell’incontro di ieri è servito per condividere un piano per raggiungere questo traguardo con il massimo impegno da parte di tutti. È stata ribadita la necessità di una presa di posizione solida da parte di Gattuso, al quale è stata ribadita ancora una volta la fiducia (mai messa in discussione peraltro da nessuno a livello mediatico e ufficiale). Certo si sono analizzati gli aspetti legati al momento della squadra, la quale ha bisogno di raggiungere il quarto posto per poter poi dare slancio alla prossima campagna acquisti. Non raggiungere la Champions League, a conti fatti, sarebbe un disastro.

Calciomercato Milan, ecco cosa accade con la Champions

“L’obbiettivo si è allontanato con la sconfitta di Torino, ma continuiamo a inseguirlo – le parole del presidente del Milan, Paolo Scaroni, ai microfoni di Radio anch’io sport’perdere la qualificazione avrebbe un impatto economico e allontanerebbe i tempi del progetto, che punta a rimettere il Milan dove noi vogliamo”.Di certo la qualificazione europea avrebbe un impatto forte. Perché permetterebbe un introito economico immediato (circa 50 milioni) da reinvestire sul mercato. E farebbe venire l’acquolina in bocca anche a possibili allenatori di spessore, pronti a prendere l’eredità di Gattuso (Conte resta il sogno proibito).

Senza Champions via in tanti

Di contro senza Champions si renderebbe necessario il dirottare le attenzioni su allenatori di seconda fascia (leggi Sarri). Ma anche il non riscatto di Bakayoko e il sacrifico di almeno due grandi giocatori. Con Romagnoli e Donnarumma che potrebbero unirsi ai vari Kessie, Suso e Calhanoglu. Per i quali l’avventura al Milan potrebbe concludersi con le quattro gare restanti di questo campionato. Lo stesso destino del tecnico Rino Gattuso, giunto anche lui al capolinea della sua avventura rossonera.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

2 thoughts on “Calciomercato Milan: via Gattuso, Romagnoli, Donnarumma, Kessie, Calhanoglu e Suso

  1. Milan need Conte if they want to win any silverware.We thought we could win the Italian cup after Juve was thumped by Atalanta,now all we can do is hope for next season.To try coaches like Di Francesco and Giampaolo would bring the same results as we need a quality trainer for our team.

    Forza Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi