Hockey inline: semifinale, il Milano Quanta sbanca il Pala Avesani di Verona in gara-2

Buona anche la seconda per il Milano Quanta, che sbanca il Pala Avesani di Verona con il punteggio di 5-2 e fa sua gara-2 della semifinale Scudetto del campionato italiano di hockey inline. Per la formazione di coach Luca Rigoni, ora, la concreta possibilità di poter chiudere la serie già in gara-3, in programma mercoledì 8 maggio al Quanta Club.

Milano Quanta vincente anche in gara-2

Gara che si mette subito bene per il Milano, capace di chiudere il primo tempo sul 3-0 in virtù delle reti di Ronco, Belcastro e Rigoni. Nel secondo tempo il parziale ritorno in gara del Cus Verona, che nel giro di due minuti trova due reti con Sabaini e Valbusa prima di venire distanziato nuovamente dal Milano Quanta, a segno con Bellini e, nel finale, con l’ex di turno Crivellari.

Nell’altra semifinale Padova sorprende Vicenza

Nell’altra semifinale successo a sorpresa dei Ghost Padova, che in casa hanno la meglio sui Diavoli Vicenza per 4-3. Un buon risultato per Milano, visto che le due formazioni venete andranno sicuramente a gara-4 se non oltre. E questo permetterà ai milanesi di potersi presentare all’eventuale finale, in caso di successo immediato in gara-3, sicuramente più riposati.

Milano Quanta, pronostico dalla propria parte

Milano e Vicenza rimangono le formazioni sulla carta accreditate per la disputa della finale Scudetto. Non fosse altro per il fatto che stiamo parlando da una parte della formazione campione d’Italia in carica. Capace di chiudere la regular season da imbattuta (il Milano Quanta). E dall’altra dell’unica, vera, antagonista finora, colei che ha battuto i meneghini nella recente finale di Coppa Italia (Vicenza). Dopo il ko nella finale di European League contro i francesi del Granges les Tigres, il Quanta è tornato ad essere rullo compressore. Quello affamato di successi, capace di vincere gli ultimi sette scudetti consecutivi.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi