Biliardo, pizzaiolo milanese campione

Riccardo Matino è solo uno dei protagonisti della spedizione azzurra che ha partecipato ai Campionati europei di biliardo sportivo a Brandeburg An der Havel (Germania). Si è aggiudicato ben due medaglie negli Under 21. L’oro nell’individuale nella specialità cinque birilli e l’oro nel biathlon di squadre. E’ la specialità che prevede la combinazione di cinque birilli e carambola per la prima volta nel programma dei campionati continentali. Il suo compagno è Alessio D’Agata, 18 anni, carambolista allievo di Marco Zanetti. Il giovane lombardo, appartenente al Csb Nuovo Gran Biliardo di San Giuliano (MI), dopo l’argento conquistato l’anno scorso nell’individuale questa volta riesce a salire sul gradino più alto del podio. Battuto il danese Mortensen 3-1.

Biliardo, parola a Riccardo Matino

“È un sogno che si avvera – dichiara Matino – ringrazio la Federazione per avermi convocato in Nazionale. E’ stata na chiamata che non mi aspettavo. Mi ha caricato fin da subito. Quest’anno, rispetto allo scorso, la tensione era maggiore, ma a parte qualche errore, sono riuscito a controllarmi di più. Il merito è di mio padre, il mio istruttore che non manca mai di dirmi che devo migliorare il mio carattere”. Matino, ora ventenne, pizzaiolo a Peschiera Borromeo dopo aver frequentato la scuola alberghiera, nasce attaccante da sempre. Sia con gli scarpini ai piedi nell’Accademia Sandonatese Inter (sebbene sottolinei “tifo Milan”), sia con la stecca in mano. Il percorso quasi netto allo Stahlpalast di Brandeburgo la dice lunga. 2-1 al primo incontro, 2-1 nel secondo, 2-0 nel terzo, 3-1 in semifinale e poi in finale. “Due anni fa l’obiettivo era il titolo italiano e ho conquistato lo scudetto tricolore. Poi puntavo agli europei. Dopo l’argento adesso è arrivato l’oro. Posso dire di essere soddisfatto”. Le soddisfazioni sono se vogliamo doppie con la seconda medaglia conquistata con D’Agata nel biathlon: “Gareggiare per una squadra è diverso: hai la responsabilità di fare bene anche per il tuo compagno. Io ed Alessio ci siamo compensati l’uno l’altro, riuscendo a vincere incontro dopo incontro”. 

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi