Powervolley Milano: Fusaro “Giani? Vi spiego cos’è successo”

Un tecnico andato via per una proposta affascinante, un capitano che resta ed un nuovo coach che potrebbe sbarcare a breve. Il presidente della Powervolley Milano, Lucio Fusaro, ha dialogato con i tifosi sul gruppo di Facebook “Powervolley Milano Supporters”. Dicendo la sua sull’addio di Giani alla Revivre Axopower: Cari amici, per cominciare vorrei precisare che Giani non ci ha tradito – le sue parole – ha accettato una proposta affascinante: chi non ne sarebbe stato lusingato? Forse i modi e i tempi sono stati inopportuni. Ma ognuno ha il suo stile. Il sostituto? Ci stiamo lavorando. Grazie”. 

Powervolley Milano, l’addio di Giani

Un Fusaro che, in second’ordine, ammette l’errore di una dirigenza non pronta al rinnovo del contratto di Giani: “Noi Sprovveduti? Hai ragione – scrive in risposta ad un utente – per me una stretta di mano vale più di una firma. Per altri no”. Il presidente, poi, cerca di addolcire la pillola: “Siamo tutti sorpresi ed amareggiati ma non usiamo termini che non sono consoni allo stile che mi piacerebbe tutti avessimo. Niente tradimenti. Solo opportunismo. Rispetto ai marpioni del settore noi siamo neofiti. Stiamo inventandoci. Speriamo di non pagare altri dazi all’inesperienza”. Chiusura su Matteo Piano: “Il cartellino è nostro. Ma soprattutto si sente capitano e impegnato in un progetto di medio termine”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi