Powervolley Milano: nuovo coach, tra Piazza, Bernardi e la risposta social

Lorenzo Bernardi e la Powervolley Milano. Due mondi che si sfiorano, si accarezzano ma, per ora, non si toccano. Perché la società di Lucio Fusaro, a differenza di quanto apparso sui media nazionali, non ha portato avanti nessuna offerta per l’attuale allenatore di Perugia: “Stiamo aspettando le decisioni di Lorenzo Bernardi, che attraverso il suo procuratore Georges Matijasevic ci ha fatto sapere che è stato cercato da Milano che sul piatto ha messo tanti soldi – le parole del presidente del club umbro, Gino Sirci, riportate dal sito Pianetavolley (CLICCA QUI) -. esiste un contratto ma pretende una revisione, il comportamento non è corretto. Io non mi muovo, per me lui resta con noi, se non viene ci metto Carmine Fontana in panchina”.

La Powervolley Milano non ha cercato Bernardi 

La verità, però, è che la Powervolley Milano ad oggi non ha assolutamente offerto nulla a Lorenzo Bernardi. Anche perché si tratta di un allenatore sotto contratto con un’altra società e, al di là di discorsi morali o meno, non è una pratica corretto da seguire. Inoltre c’è un altro fattore da tenere in considerazione: se la querelle tra Bernardi e Perugia dovesse proseguire, di certo la Revivre Axopower non potrebbe aspettare all’infinito. Nessuno ha la volontà di essere utilizzata come burattino all’interno della guerra fredda esistente tra le parti. Ad oggi Lorenzo Bernardi è ancora il coach di Perugia, club con il quale ha ancora un anno di contratto. 

La Revivre Axopower su Roberto Piazza

La Revivre Axopower, inoltre, sta comunque sondando il mercato allenatori alla ricerca di un degno sostituto per Andrea Giani, volato a Modena. L’ultimo nome è quello di Roberto Piazza, attuale ct dell’Olanda, sponsorizzato da Nimir. È chiaro che i rumors usciti attorno a Bernardi e Milano, creano non poche difficoltà alla società di Lucio Fusaro anche nella trattativa con Piazza (di certo con un cachet decisamente più basso di Bernardi). Ma anche a Perugia non si dormono sonni tranquilli.

Bernardi risponde a Sirci, divorzio vicino?

E’ arrivata la risposta, criptica, di Lorenzo Bernardi tramite Instagram: “Spesso nella vita non sono le persone a darti ragione ma il tempo”. 

Se il destinatario fosse il presidente di Perugia non possiamo saperlo, di certo qualche dubbio rimane. Soprattutto alla luce di quanto aveva dichiarato giorni addietro lo stesso Sirci: “Gli allenatori sono passeggeri sulle panchine. Sono impiegati che servono solo per creare trionfi, non sono i padroni”. Se a questo si aggiunge il pressing dello stesso Sirci su Vital Heynen, attuale ct della Polonia, i dubbi aumentano. Heynen, oltretutto, nella sua nazionale dispone di Leon: perché non avere per il tuo miglior giocatore lo stesso allenatore della sua nazionale?

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi