Armen Petrosyan: “Dopo Monza, l’Asia”

E’ stata un’altra serata memorabile per Armen Petrosyan. Alla Candy Arena di Monza, l’artista marziale italo-armeno ha infatti chiuso l’evento Oktagon, il gala di sport da combattimento più celebre d’Europa, riconfermandosi campione del mondo ISKA -70kg. L’inglese Jordan Watson è stato messo ko addirittura alla prima ripresa. Negli spogliatoi, Armen ha parlato in esclusiva ai microfoni di MilanoSportiva.

Le parole di Armen Petrosyan

“Combattere a questi livelli non è mai facile. Si può vincere alla prima ripresa, mi è già capitato, non è stata la prima volta. Il lavoro duro fatto in palestra per tre mesi con il mio team sudando sangue con una fatica che non auguro a nessuno è servito. Devo dire che sono stato anche fortunato a colpire in modo preciso. Ero preparato a tutto, anche a stare sul ring per cinque round. Sono molto felice. Dedico questa vittoria a mio fratello”.

Il ritorno a casa

“L’emozione è stata tanta. L’ultima volta che ho combattuto a Monza era stata per l’evento che avevo organizzato io, PetrosyanMania, per il titolo mondiale. Ogni incontro è diverso e combattere in casa dopo tanti anni ero un po’ emozionato. Però ero concentrato, contro un avversario forte, anche se non è sembrato”.

Il fratello Giorgio

“Ho passato cinque giorni di inferno aspettando la decisione relativa al match di mio fratello Giorgio. Avevo pensato anche di non combattere però poi ho ragionato: ci avevo messo la faccia, tutta Italia ama me e mio fratello, tutti ci vogliono combattere. Ho combattuto anche per lui”.

Il futuro

“Ora farò una settimana di pausa e poi l’obiettivo è tornare a vincere in Asia con Giorgio. L’importante non è partecipare ma vincere, sempre, con il mio team”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi