Nemanja Petric: “Milano per il progetto”

Sguardo determinato ma sorriso rassicurante: il ritratto del gigante buon Nemanja Petric va oltre i 205 cm di pura classe e potenza. Il nuovo arrivo in casa Powervolley Milano ha l’esperienza dello schiacciatore serbo che è pronto a tornare ad essere una freccia importante nel campionato italiano con la maglia milanese.

Le parole di Nemanja Petric

«Sono molto contento di essere a Milano – commenta, felice, Nema. – Sono fiducioso e molto carico per quello che ci aspetta. Sono contento del progetto che Milano mi ha proposto e che ho accettato. Spero che insieme possiamo toglierci delle importanti soddisfazioni». Il suo curriculum con il suo palmares è il suo biglietto da visita. Quello che la società del presidente Lucio Fusaro cercava e che ha trovato nelle qualità, sportive ed umana, di Nemanja Petric. «Ora sono un giocatore più esperto con qualche anno di esperienza – sorride Petric –. Metterò a disposizione tutte le mie qualità. Ringrazio la società per aver visto in me queste caratteristiche e darò tutto quello che posso per il bene dei miei compagni e della squadra. Faremo delle cose belle insieme. Milano è già sulla buona strada e continueremo così». Ad aprire anche la strada del suo arrivo in Lombardia c’è lo zampino di Matteo Piano, capitano della Powervolley e grande amico, nonché ex compagno, di Petric. «Matteo è più di un compagno: siamo amici da tanto tempo, ci sentiamo spesso ed è stato il primo che mi ha parlato bene di Milano. Lui è una personale solare e fantastica, un vero capitano e sono molto felice di tornare a lavorare insieme a lui».

Il ritorno in Italia

Il ritorno in Italia avviene, per Petric, dopo due anni all’estero. Prima la Turchia e poi la Russia: il suo recente passato apre ore le porte al suo immediato futuro che è quella Milano che, a sua volta, aprirà presto le porte del nuovo PalaLido, casa della pallavolo in città. «L’Italia è certamente il campionato più bello del mondo: tutti seguono quello che succede in Superlega e mi fa piacere tornare a far parte di questa storia. Ci sono e ci saranno tante aspettative su Milano e sul PalaLido. Lo stiamo aspettando tutti: sarà bello giocarci ma siamo noi giocatori che dovremmo essere bravi a regalare emozioni in questo nuovo palazzetto ai nostri tifosi».

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi