Olimpia Milano, G2 SF Playoff, ennesimo schiaffone sardo
Ti piace questo articolo? Condividilo!
IMG 20190531 215607
Vlado Micov ( credit Alessandro De Giorgio)

Pochezza tattica, immobilismo e incapacità di leggere il match, queste sono le 3 chiavi dell’ ennesimo scivolone Milanese al Mediolanum Forum. Ora la Dinamo Sassari è avanti 2-0 nella serie e ha in mano 2 match point tra le mura amiche del PalaSerradimigni.

Il primo tempo inizia con molto equilibrio in campo, le due squadre battagliano per tutta la prima frazione di gioco senza riuscire a prendersi l’ inerzia del match. Questo stallo si interrompe ad inizio 2/4 quando James si accende dai 6,75 metri e porta l’ AX Milano sui 3 possessi di vantaggio. La Dinamo non si scompone più di tanto, continua con il suo game plan fino ad impattare e mettere la freccia. Mike James non ci sta, torna a martellare dalla lunga distanza e riporta i Bianco Rossi in vantaggio. Si arriva al suono della sirena dell’intervallo lungo sul punteggio di 53- 52.

Il secondo tempo inizia come il primo, lotta su ambo i lati e gara che resta in bilico fino a metà 3/4 quando il professor Micov mette in campo un clinic di palla al cesto e lancia la volata milanese che si traduce in un +14( vantaggio massimo) Bianco Rosso. Si arriva al 30esimo con l’ AX Milano sul +10 e palla in mano. Sassari prova ad alzare i giri per colmare il gap e possesso dopo possesso riesce ad impattare a 9 secondi dal termine costringendo Coach Pianigiani a chiamare time out per disegnare l’ultima rimessa. Al rientro sul parquet palla a James, Gentile la tocca e nuova rimessa per Milano con 2 secondi sul cronometro. Milano pasticcia anche questa e si arriva al 40esimo sul 95- 95.

OT: Sassari vola immediatamente sul 14-0 e chiude la gara. Risultato finale 101- 112

MVP del match Achille Polonara, l’ ala azzurra mette a referto 29 punti, 6 rimbalzi, +24 di +/- e 34 di valutazione complessiva.

Per Milano non basta un MJ da 32 punti (8/12 da 3pt).

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi