Pietro Peccenini, tripletta al Mugello

Pietro Peccenini e la Formula Renault 2.0 della TS Corse hanno firmato un weekend super al Mugello Circuit nel quarto round dell’Ultimate Cup Series, l’unico previsto in Italia e così onorato al meglio dall’alfiere della TS Corse. L’indomito pilota milanese classe 1973 ha capitalizzato l’appuntamento di casa. Al volante della Formula Renault 2.0 del team lombardo ha messo a segno tre vittorie nel Trofeo Gentleman Driver, aggiudicandosi tutte le tre gare disputate nel programma delle monoposto, dominando la propria categoria e battagliando a lungo anche con i più giovani rivali della serie europea, ai quali ha sempre conteso la top-5 assoluta. Autore incontrastato anche delle pole position durante le qualifiche, grazie a questa preziosa tripletta di categoria il portacolori della scuderia diretta da Stefano Turchetto ha preso il largo nella classifica “Gentleman”, dove al giro di boa del campionato e prima della pausa estiva è al comando con 64 punti di vantaggio sui rivali diretti, mentre nella graduatoria generale ha conservato il quarto posto assoluto. L’Ultimate Cup va ora in vacanza. Il quinto e prossimo round è infatti in programma a Valencia a settembre.

Le parole di Pietro Peccenini

In attesa della ripresa del campionato, Peccenini continuerà ad allenarsi e sosterrà un test sulla pista di Le Castellet in luglio. Questo il suo commento al termine del weekend sul circuito toscano. “Il Mugello è sempre speciale. Una pista incredibile e un’atmosfera e passione uniche. Finalmente siamo tornati a correre in Italia. Con noi c’erano tanti amici e tifosi, arrivati per l’occasione perfino da Hong Kong. Non è voluta mancare tutta la mia famiglia, mamma compresa. Viva la mamma! Sinceramente fare meglio di quanto siamo riusciti a ottenere era difficile. Siamo stati sempre competitivi, anche in gara 2 e gara 3, quando altri hanno giocato la carta della gomma nuova e noi abbiamo dovuto difenderci con pneumatici usati, tra l’altro con temperature sempre elevate. In gara 1, quando tutti eravamo sulla stessa gomma, siamo stati nel gruppo del podio assoluto e questo significa che il passo è quello giusto. La monoposto è stata perfetta. Il lavoro di squadra prosegue al meglio e in campionato siamo messi bene, ma niente va sottovalutato e inoltre non sarà facile mantenere la quarta posizione assoluta. Volevo infine dedicare un piccolo pensiero di pronto recupero per un rivale giovane come Victor Jabouille e fare i complimenti all’organizzazione del campionato. Davvero tutto è stato perfetto e ha funzionato, con orari giusti e tante opportunità per testare”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi