All Blacks Clinic svelato a Milano

Si è svolta presso la sede di Banco BPM nella Sala delle Colonne di Via San Paolo a Milano la presentazione dell’All Blacks Clinic 2019. E’ il campus formativo organizzato da New Zealand Rugby in collaborazione con Rugby Milano. E’ rivolto a giovani rugbisti di talento di età compresa tra i 14 e i 18 anni. Si terrà per la prima volta in Italia, a Milano, dal 25 al 30 agosto 2019.

La presentazione

Dopo il saluto iniziale delle autorità presenti – Martina Cambiaghi, Assessore allo Sport e Giovani Regione Lombardia, Arianna Censi, Vice Sindaca Città metropolitana, Laura Galimberti, Assessore all’Educazione e Istruzione Comune di Milano – hanno presentato l’iniziativa Stefano Baia Curioni, Consigliere Federazione Italiana Rugby e Yarnie Guthrie, Head of Partnerships & Commercial Development at New Zealand Rugby. L’evento si è concluso con l’intervento di Umberto Ambrosoli, Presidente di Banca Aletti – Gruppo Banco BPM.

Che cos’è l’All Blacks Clinic

Entrando nei dettagli del campus, due tra le leggende degli All Blacks, Anthony Tuitavake e Norm Maxwell, saranno gli allenatori dell’ All Blacks Clinic. Prenderà casa nella città meneghina dal 25 al 30 agosto ospiti di Rugby Milano. Una vera e propria “full immersion” nella cultura neozelandese. Ha reso la sua nazionale di rugby un riferimento e una icona non soltanto sportiva. Un evento esclusivo, riservato a solo 100 ragazzi di età tra i 14 e i 18 anni. Con il sostegno (uno dei valori classici di questo sport) di Banco BPM, Fondazione Fiera Milano, Lamborghini e Sinapto, si apre a 4 giovani atleti. Riceveranno altrettante Borse di Studio per essersi distinti quali testimoni dei valori del rugby. Sono Kristen Kone, U12 del Rugby Milano, Giovanni Pinelli U14 del Rugby Modena, Stefano Carta U16 del Rugby Modena e David Odiase U16 del Rugby Crema.

La storia

Dopo un test, portato a termine con successo in Spagna l’anno scorso, il format del Clinic è stato proposto quest’anno anche in Italia. Tra le tante città dove il rugby fiorisce gli All Blacks hanno scelto Milano, da sempre la loro seconda casa in Italia, e Rugby Milano, amici di lunga data. “La prima volta fu nel 2009 quando gli All Blacks vennero in Italia per giocare a San Siro”. Lo ricorda Stefano Baia Curioni, all’epoca presidente di Rugby Milano e oggi consigliere federale FIR. “Un anno dopo nel 2010 Jonah Lomu venne nella Club House per un bagno di folla con i nostri ragazzini. Era poco più di un box in zona Lambrate. Oggi possiamo offrire la miglior cornice possibile, l’Idroscalo e tutte le facilities, un campo in sintetico di ultima generazione, campetti da allenamento, due palestre attrezzate e una Club House con ristorante”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi