Baseball per ciechi: il trionfo dei Thunder’s Five Milano

La settima meraviglia tricolore a otto anni di distanza, dopo una striscia di 12 vittorie. Freddi numeri, che però raccontano di un fenomeno, una di quelle storie da raccontare come motivazionali: i Thunder’s 5 Milano hanno vinto la finale del 23esimo campionato italiano di baseball per ciechi ma questo è solo l’apice di un percorso, la parte finale che suggella una strada tracciata molto prima. 

Il trionfo dei Thunder’s Five Milano

La formazione milanese, guidata in panchina dal coach Adriano Chiesa, ha sconfitto in poco meno di un’ora e 40 muniti la Leonessa Brescia per 18-3. Traducendo in numeri una supremazia tecnico-tattica di programmazione e organizzazione. Un capolavoro, quello di capitan Fabio Dragotto e compagni. Partito e costruito da lontano, da quell’ultimo posto rimediato nel 2018, pungolo, stimolo e trampolino quest’anno alimentato da un orgoglio mai sopito in un gruppo di assistenti e giocatori coeso che annovera ancora oggi pezzi di ceramica lucida e pregiata che nel primo decennio di questo secolo aveva dominato la scena del baseball per ciechi, conquistando ben 6 titoli in 8 stagioni (2005, 2006, 2008, 2009, 2010 e 2011): “Un dominio inaspettato, ma ne siamo orgogliosi – le parole di Davide Moreschi, uno degli atleti di punta dei Thunder’s Five Milano un risultato inaspettato che però è il frutto di tanto lavoro”.

Baseball per ciechi, Milano sette bellezze

Ospiti dell’istituto dei ciechi di Milano, Moreschi è al fianco di Nevina Palmieri, altra atleta dei Thunder’s. “Ottima la prova di Nesossi, ma in generale c’è che siamo una squadra molto unita – prosegue ancora Moreschi – una stagione dominata nettamente senza perdere nemmeno una partita, vuol dire che siamo assolutamente i più forti”. La stagione riprenderà ora il 15 settembre con la Coppa Italia, che verrà i Thunder’s Five Milano impegnati al Centro Kennedy (ancora manca l’avversario); prima, però, ci sarà l’8 settembre l’All Star Game a Firenze. In quell’occasione al via ci sarà anche Ivan Nesossi, che con 26 voti ricevuti ha avuto accesso di diritto alla selezione di giocatori All Star; nel team c’era spazio anche per un altro elemento dei Thunder’s Five Milano, Fabio Dragotto. Che con 18 voti avrebbe avuto la possibilità di partecipare (rinuncia per motivi personali). Dei Thunder’s sono stati anche votati: Cristiano Tedoldi, con 11 voti, Emanuele Mormino, 3 voti, Francesco Cusati e Silvia Morosi, con 2 voti e Arjola Dedaj, 1.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi