Milano Quanta: mercato, tra acquisti, cessioni e sogno Champions

La stagione di hockey inline si è appena conclusa ma già si pensa a quella successiva. I campioni d’Italia in carica del Milano Quanta, che hanno festeggiato l’ottavo scudetto consecutivo, sognano ancora. Di potersi migliorare, di poter raggiungere la Champions League: “Quest’anno si disputerà in Svizzera dal 17 al 21 aprilele parole del dt del Milano Quanta, Riki Tessariancora ci sono solo rumors sulle squadre partecipanti. Di certo ci sono nuove nazioni che si stanno affacciando, 18-20 pretendenti a partecipare”. Il Milano, però, dovrebbe poter avere possibilità concrete di essere in European League anche quest’anno: “Penso che verrà seguito il ranking e si darà priorità alle 12 che hanno già partecipato gli anni scorsi – prosegue Tessari – ma l’entusiasmo crescente deve far riflettere. Bisogna considerare un formula innovativa per attirare i paesi emergenti e sviluppare questo sport”.

Milano Quanta, si muove il mercato

Intanto si muove il mercato in entrata e uscita del Milano Quanta. Il presidente uscente Umberto Quintavalle, durante la festa di fine anno, ha annunciato l’arrivo di Pietro Ederle dal Verona e di Edoardo Caletti, impegnato a Fassa con il ghiaccio. In porta arriva Pignatti a sostituire Peruzzi, finito a Monleale, come secondo di Mattia Mai. Non faranno più parte del Milano Quanta coloro che erano assenti alla festa, vale a dire Munari, Lievore e Baldan. Tutti pronti ad unirsi ai nemici dei Diavoli Vicenza (anche se Munari potrebbe andare ad Asiago).

Tanta voglia di Champions League

Confermato Crivellari, c’è la conferma anche di Barsanti, rimasta in bilico per questioni lavorative dello stesso. Quest’anno potrà essere l’anno buono per il Milano Quanta per la Champions League? “Non lo so, domanda difficile – le parole di coach Luca Rigoni sono convinto che purtroppo per come è andata, questo era il nostro anno. Ma penso anche che imparando dal passato si riesca a fare qualcosa di meglio. Non sarà facile, ci saranno squadre sempre più forti e attrezzate”. 

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi