Milan Femminile al via: l’addio di Sabatino e il sogno Champions
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La formazione rossonera, allenata da Maurizio Ganz, al via con sei nuovi acquisti e l’obiettivo di migliorare il terzo posto della passata stagione

Voglia di riscatto, voglia di far brillare la maglia rossonera anche nel calcio in rosa. Il Milan femminile è pronto e ha fame di successi: allenatore nuovo (Maurizio Ganz ha preso il posto di Carolina Morace), squadra rivoluzionata con sei nuovi acquisti e altrettante cessioni e una piazza che sogna: “Obiettivo? Migliorare il terzo posto dell’anno scorso” ha ammesso nel giorno della sua presentazione il tecnico, Maurizio Ganz. 

Milan Femminile, obiettivo Champions League

Per ora la squadra è in ritiro a Ponte di Legno, dove si fermerà fino a domani prima dei due giorni liberi concessi dall’allenatore e il ritorno alla preparazione previsto per martedì 6 agosto al Vismara. In calendario, poi, il 10 agosto a Taverne amichevole contro il Lugano prima del torneo internazionale WomensCup 2019 che, dal 15 al 18 agosto, vedrà le rossonere impegnate a Olten, in Svizzera, con Paris Saint-Germain, Zurigo e Juventus (prima gara in programma il 16 contro il PSG). 

Milan Femminile, la sfida al Psg e il curioso caso Bergamaschi-Piatek

C’è ancora tempo per pensare al campionato, con la prima giornata programmata per il 14 settembre, ma dopo i Mondiali in Francia e le vacanze la mente è già proiettata verso il futuro: qualificarsi per la Champions League è un obiettivo non solo per la formazione di Giampaolo, ma anche per quella di Ganz. Tra i punti di forza della squadra c’è Valentina Giacinti che, curiosamente e casualmente, ha scelto la maglia numero 9 dopo aver indossato, nella passata stagione, la 19: lo stesso percorso seguito da Piątek. Assieme a lei reduci dai Mondiali di Francia anche le confermate Laura Fusetti, difensore, e Valentina Bergamaschi, centrocampista. 

Sei acquisti e l’addio di Daniela Sabatino

Sei le novità in rosa: Anita Piazza (portiere), la norvegese Stine Hovland e Francesca Vitale (difensori), la bosniaca Lidija Kulis e la slovena Dominika Conc, l’attaccante Deborah Salvatori Rinaldi. Hanno lasciato i colori rossoneri, invece, Thaisa Moreno (Tacon/Real Madrid), Manuela Giugliano (Roma), Camelia Ceasar (Roma), Isabel Cacciamalli (Cittadella), Lisa Alborghetti (Inter) e Daniela Sabatino (svincolata): “Se da piccola mi avessero detto “un giorno giocherai nel Milan” non ci avrei mai creduto – il saluto di quest’ultima con un post su Instagramuna Società Professionistica, una maglia coi colori del mio cuore…. ma chi poteva crederci?! Purtroppo però, non sempre, i sogni durano per sempre… e questo è durato solo un anno. Mi dispiace che l’importanza non sia stata la stessa”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi