Europei di volley per sei “milanesi”

“Conquistare la totalità dei territori dell’Europa, tenendoli tutti occupati con almeno tre armate ciascuno”. È la carta obiettivo in mano a Matteo Piano e Riccardo Sbertoli, atleti in forza all’Allianz Powervolley Milano, che dal 12 settembre saranno impegnati con la maglia della nazionale italiana. Non sarà tuttavia una partita a Risiko, il celebre gioco da tavolo di strategia, ma la sfida che attende i due “milanesi” si giocherà tra Francia, Olanda, Belgio e Slovenia per assegnare il titolo del campionato europeo di volley maschile 2019.

Italia agli Europei di volley

Saranno ancora una volta loro due a rappresentare Milano con la maglia della nazionale italiana. Piano e Sbertoli, infatti, sono stati inseriti nella lista dei 14 scelti dal ct Blengini per la competizione europea. Da lunedì sono già in Francia, a Montpellier. Lì vivranno l’avvicinamento per l’esordio europeo di giovedì contro il Portogallo. Gli azzurri sono infatti inseriti nella Pool A con i padroni di casa della Francia, la Bulgaria, il Portogallo, la Romania e la Grecia. Gara da segnare in rosso in agenda sarà quella del 18 settembre, dove l’Italia se la vedrà con i transalpini. Sarà sapore di derby per l’Allianz Powervolley con la sfida che i due atleti tricolore lanceranno a Trevor Clevenot. Lo schiacciatore dei Bleus, superato il problema agli adduttori, è regolarmente a disposizione del ct Tillie che si affiderà, come sempre, ai dati statistici elaborati dallo scoutman Paolo Perrone, membro dello staff tecnico di Milano.

Gli altri “milanesi”

A completare gli impegni dei nazionali in occasione dell’Europeo ci sono anche Jan Kozamernik, centrale che con la sua Slovenia affronterà nella Pool C Bielorussia, Finlandia, Turchia, Russia e Macedonia, lo schiacciatore Nemanja Petric, capitano della Serbia inserita nella Pool B con Belgio, Germania, Austria, Spagna e Slovacchia, ed il team orange composto da Nimir e dal tecnico Roberto Piazza. L’Olanda, infatti, si giocherà le sue carte in casa nella Pool D sfidando Repubblica Ceca, Estonia, Montenegro, Ucraina e Polonia. Le armate sono così tutte disposte sul tavolo da gioco al nastro di partenza. I dadi del risiko europeo sono pronti ad essere lanciati.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi