Thunder’s Five a Palazzo Marino

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala ha incontrato il 18 settembre una folta delegazione di giocatori e allenatori della squadra di baseball per ciechi dei Thunder’s Five Milano, vincitrice del Titolo Italiano 2019.

Thunder’s Five, il gran giorno

All’incontro, iniziato intorno alle 17:00 e durato una mezzoretta circa, hanno partecipato Rodolfo Masto (Presidente della Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano), Alberto Mazzanti (Presidente dell’Associazione Italiana Baseball per Ciechi), Fabio Dragotto (Presidente Thunder’s Five Milano BXC) e Francesco Cusati (Presidente G.S.D. non vedenti Milano ONLUS.

Storia

I Thunder’s Five Milano, nati nel 1999, sono la formazione di baseball per ciechi più titolata d’Italia. Hanno conquistato infatti 7 Scudetti, 6 Coppe Italia e 7 Tornei di fine stagione. L’attività agonistica dei Thunder’s Five Milano proseguirà sabato 21 settembre (h. 18:00), presso il campo “Cavalli” di Parma. Una partita dimostrativa quindi che li vedrà opposti ad una selezione mista di atleti LIBCI (Lega Baseball per Ciechi e Ipovedenti). Si tratta infatti di un evento inserito prima della gara dell’Italia contro la Spagna nel Torneo di Qualificazione olimpica 2019.

Il settimo scudetto

La settima meraviglia tricolore a otto anni di distanza, dopo una striscia di 12 vittorie. Freddi numeri, che però raccontano di un fenomeno, una di quelle storie da raccontare come motivazionali: i Thunder’s 5 Milano hanno vinto la finale del 23esimo campionato italiano di baseball per ciechi ma questo è solo l’apice di un percorso, la parte finale che suggella una strada tracciata molto prima. La formazione milanese, guidata in panchina dal coach Adriano Chiesa, ha sconfitto in poco meno di un’ora e 40 muniti la Leonessa Brescia per 18-3. Traducendo in numeri una supremazia tecnico-tattica di programmazione e organizzazione. Un capolavoro, quello di capitan Fabio Dragotto e compagni. Partito e costruito da lontano, da quell’ultimo posto rimediato nel 2018, pungolo, stimolo e trampolino quest’anno alimentato da un orgoglio mai sopito in un gruppo di assistenti e giocatori coeso che annovera ancora oggi pezzi di ceramica lucida e pregiata che nel primo decennio di questo secolo aveva dominato la scena del baseball per ciechi, conquistando ben 6 titoli in 8 stagioni (2005, 2006, 2008, 2009, 2010 e 2011).

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi