Mondiale USIP, exploit azzurro

Si chiude con un ricco bottino la prima partecipazione del Tiro a Volo Italiano al Mondiale USIP in corso di svolgimento a Milano. La terza edizione della rassegna iridata riservata alle Forze di Polizia e Polizie Locali, le cui gare di Tiro a Volo sono state ospitate dal Tav Accademia Lombarda di Battuda (PV), hanno regalato alla compagine azzurra quattro medaglie d’oro, una d’argento ed una di bronzo. Un totale quindi di 6 podi.

Mondiale USIP, skeet

Iniziando con lo Skeet, la nostra stella più brillante è stato Cristian Ciccotti (Carabinieri). Ha scalato il podio fino alla vetta. Il romano si è qualificato per la finale con 121/125, miglior punteggio di qualifica. Ha poi confermato la prima posizione assoluta con un altrettanto buon 57/60. Gli ha permesso di avere ragione del saudita Saied Al Mutairi, d’argento con 53/60. Con loro sul podio è salito anche il nostro Antonio Morandini (Fiamme Oro) di Capua (CE), medaglia di bronzo con 113/125 in qualificazione e 45/50 in finale. Grazie ai due migliori punteggi di qualificazione i nostri connazionali non hanno avuto problemi per tornare sul podio a squadre per mettersi al collo l’oro con lo score di 234/250.

Fossa

Due medaglie individuali sono entrate nel forziere italiano anche nella Fossa Olimpica Femminile. In questo caso per mano di Silvana Stanco (Fiamme Gialle), italiani cresciuta a Winterthur (SUI) oro con il punteggio di 115/125, e per mano di Erica Sessa (Fiamme Oro) di Cava de’ Tirreni (SA), d’argento con 113/125. Meno fortunata la Fossa Olimpica Maschile, in finale con Emanuele Bernasconi (Carabinieri), medaglia d’oro nella Coppa del Mondo di Belgrado 2005, e Leonardo Franceschini (Fiamme Azzurre), al suo debutto in una manifestazione di caratura internazionale. Si sono piazzati rispettivamente in quarta posizione con 115/125 in qualifica e 27/35 in finale ed quinta posizione con 113/125 e 20/30. I due azzurri si sono consolati con l’oro a squadre grazie al punteggio totale di 28/250 davanti agli avversari degli Emirati Arabi, secondi con 221, ed a quelli dell’Arabia Saudita, terzi con 196.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi