Giro di Lombardia, la 113° edizione dedicata a Felice Gimondi

Va in scena sabato 12 ottobre il 113° Giro di Lombardia, la quinta ed ultima classica monumento che conclude l’annata ciclistica. Un percorso durissimo, 243 km da Bergamo a Como, che vedrà protagonista il meglio del ciclismo internazionale. Un evento sportivo straordinario, occasione unica per far conoscere le bellezze della nostra regione. Una edizione, quella di quest’anno, che rende omaggio a Felice Gimondi, indimenticabile campione recentemente scomparso al quale è stata dedicata la maglia che verrà consegnata al vincitore. Palpabile l’emozione, nel corso della presentazione tenutasi ieri a Palazzo Lombardia. Alla quale non si sono sottratti Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia, e Antonio Rossi, Sottosegretario con delega ai Grandi agli Eventi Sportivi di Regione Lombardia. Entrambi appassionati di ciclismo.

Giro di Lombardia, alla 113° presente il meglio del ciclismo internazionale

Giro di Lombardia, 113° edizione. Un percorso di 243 km, da Bergamo a Como attraverso le storiche salite di Sormano e di Madonna del Ghisallo e il finale a Civiglio e San Fermo della Battaglia, che vedrà protagonisti i più importanti nomi del ciclismo internazionale. Tra gli iscritti all’ultima classica monumento dell’annata ciclistica, Philippe Gilbert, Alberto Bettiol  e Jakob Fuglsang. Vincitori di tre delle prime quattro classiche monumento dell’anno. Ci saranno i vincitori di Tour de France e Vuelta Espana, Egan Bernal e Primoz Roglic. E non si esclude la presenza del campione del mondo 2018, Alejandro Valverde. Tra gli altri, Vincenzo Nibali trionfatore di due edizioni. Il meglio del ciclismo internazionale in una gara irta di difficoltà. “Servirà destrezza – commenta Stefano Allocchio, Direttore Corse Ciclistiche di Rcs Sport – per vincere questa edizione del Giro di Lombardia”

Rimarcata la vocazione al ciclismo del territorio lombardo

Siamo orgogliosi – dice Paolo Bellino, direttore Generale di Rcs Sport – di aver contribuito alla realizzazione, di un evento di alta spettacolarità che contribuisce a dare una forte visibilità al territorio. Puntiamo a superare la quota di 3500 iscritti” Giro di Lombardia, evento mediatico capace di coinvolgere tutti. “Il ciclismo – evidenzia Antonio Rossi, Sottosegretario con delega ai Grandi Eventi Sportivi di Regione Lombardia – appassiona e incolla tutti alla tv. La Lombardia, con il più alto numero di tesserati dell’intero territorio nazionale, si dimostra regione vocata al ciclismo. Felice che in questa edizione sia inserito in calendario l’evento degli Amatori, domenica 13 ottobre. La Gran Fondo “Il Lombardia”, con partenza ed arrivo a Cantù, transiterà su Madonna del Ghisallo e Sormano”

Dedicata a Felice Gimondi la maglia dell vincitore

Giro di Lombardia, la 113° edizione resa unica dal ricordo di Felice Gimondi. Da parte nostra – sostiene Paolo Bellino – era doveroso omaggiare Felice Gimondi. Lo faremo dedicandogli questa corsa che ha vinto due volte e che partirà dalla sua Bergamo. Al vincitore di questa edizione verrà consegnata una maglia con una dedica speciale che ricorda il grande campione. Le immagini saranno trasmesse in diretta nei cinque continenti. Emozioneranno tutti gli appassionati” In un comunicato, Martina Cambiaghi, Assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia ha definito Felice Gimondi “uno dei più importanti e prestigiosi personaggi che ha caratterizzato lo sport lombardo. La dedica di una maglia alla sua memoria é il giusto riconoscimento all’uomo di sport a 360°gradi. Permetterà di consacrarlo, pur non avendone bisogno, icona del ciclismo internazionale

Antonio Rossi e Attilio Fontana, l’omaggio al campione

Antonio Rossi, Sottosegretario con delega ai Grandi Eventi Sportivi di Regione Lombardia, e Attilio Fontana, Presidente di Regione lombardia. Entrambi appassionati di ciclismo, entrambi commossi nell’omaggio a Felice Gimondi. “Molto emozionante – ha dichiarato Antonio Rossi – poter rendere omaggio a Felice Gimondi con questa gara” Una emozione alla quale non poteva sottrarsi Attilio Fontana. “Il ciclismo – sostiene Attilio Fontana – è uno sport meraviglioso. Ad esso mi sento molto legato per i suoi insegnamenti, affrontare la fatica e resistere alle difficoltà. E del quale Felice Gimondi è stato straordinario interprete. Non poteva mancare l’omaggio a questo grande campione. Un campione che mi pregio di aver conosciuto personalmente. E del quale ho apprezzato la capacità di vivere il ciclismo in maniera semplice e genuina. Un uomo d’altri tempi per un ciclismo d’altri tempi. Per questo era importante ricordarlo

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi