Alberto Bellondi: “Lombardia regione trainante, nuovi progetti in arrivo”

Lombardia Basket Gala, seconda edizione. L’appuntamento è Lunedì 21 Ottobre, alle 18.00, al Teatro Manzoni di Milano. L’occasione per ritrovarsi e premiare le società lombarde che hanno vinto almeno un titolo nella stagione precedente. Formula invariata, sulla scia del successo della passata edizione. Presenti tutte le squadre milanesi, spiccano tra i premiati gli Under16 Francesco Gravaghi e Giovanni Tam dell’Olimpia Milano, gli Under20 Costanza Verona e Lucia Decortes della Geas Basket e, sempre della Geas Basket, l’Under18 Ilaria Panzera. Momenti di festa ma anche spunti di riflessione. Sulla nostra squadra nazionale, con Gianni Petrucci e Meo Sacchetti, e sul futuro del basket lombardo con Alberto Bellondi, presidente del Comitato Regionale Lombardo. Con quest’ultimo abbiamo fatto il bilancio di un anno di basket nella nostra regione.

Alberto Bellondi: vicini alle società, fieri dei progetti con arbitri e ragazzi

E’ stato un anno positivo – dichiara Alberto Bellondi, presidente del Comitato Regionale Lombardo – Gli obiettivi che ci eravamo preposti sono stati perseguiti. In primis, la vicinanza alle società lombarde che supportiamo nelle problematiche di ufficio, dalla gestione del tesseramento a quella di gironi e campionati. Non da meno è stato il progetto sviluppato con i ragazzi attraverso il Centro Tecnico Regionale. E poi il progetto con il Comitato Italiano Arbitri perché lavorare con gli arbitri è altrettanto importante. L’avvento di Fabio Facchini come responsabile regionale la nota positiva. La sua esperienza in campo nazionale ed internazionale ha portato una ventata nuova al lavoro già intrapreso con chi l’aveva preceduto

Ragazzi sempre pronti agonisticamente, le strutture non sono adeguate

L’entusiasmo dei ragazzi è straordinario– sottolinea Alberto Bellondi – Sempre pronti agonisticamente, richiedono sempre più professionalità e capacità organizzativa da parte nostra. Basti pensare al caso del 3×3. Vogliono l’arbitro, i tempi cronometrati, i segnapunti. Cose fatte seriamente, alla ricerca di un livello di eccellenza che li trova sempre puntuali. Peccato però che spesso non dispongono di strutture che rispondono alle loro aspettative. Scontiamo il pensiero diffuso che le federazioni si debbano occupare dello sport giocato e alle istituzioni ed enti locali spetti il compito di occuparsi delle strutture

Società lombarde, si punta alla dinamicità

Senza dubbio a Milano ciò ha portato ad avere alcune strutture d’eccellenza – è il commento di Alberto Bellondi – Ne sono esempio l’Allianz Cloud o il Centro Cambini Fossati e il Centro Sportivo Iseo. Ma nel contesto generale sono una eccezione. Servirebbe una maggiore disponibilità da parte delle società ad affrontare alcuni sacrifici resi necessari dalla situazione. Ad esempio una maggiore propensione agli spostamenti per far fronte ad allenamenti e partite. Alcune società sono più sensibili a questo aspetto ma molto dipende dalla mentalità dei singoli dirigenti che riescono a vedere oltre le esigenze di bilancio. Là dove c’è il dirigente dinamico i messaggi vengono recepiti e la collaborazione diventa proficua. Da parte nostra ci impegniamo a livello organizzativo ma la loro collaborazione è fondamentale. Senza di essa diventa molto difficile realizzare sempre a costo zero

Nuovi impianti in arrivo, sempre più eventi nelle piazze

Fortunatamente – sottolinea Alberto Bellondi – nel corso di questa stagione verranno realizzati due nuovi impianti. L’uno ad opera di Politecnico di Milano, l’altro ad opera dell’Università Bocconi. Quest’ultima ha usufruito della concessione di spazi comunali. Per celebrarne l’inaugurazione è previsto un grande evento in collaborazione con il Comitato Regionale Lombardo. Ciò ci fa enormemente piacere perché quello degli eventi è un tema che ci trova sempre pronti. Basti pensare alle Finali Under18 che organizziamo da due anni, in concomitanza con le finali regionali, presso gli spazi del Palazzo della Regione. Oppure al Pink Day e al Plan Day provinciale presso City Life. Eventi da incrementare, con sempre più attenzione al minibasket nelle piazze. E con la FIP puntiamo a realizzare una serie di appuntamenti dedicati al 3×3. Minibasket nelle piazze e basket giocato all’aperto i nostri obiettivi

Lombardia elemento trainante, la Nazionale deve fare la sua parte

A livello regionale non possiamo che essere soddisfatti – è la conclusione di Alberto Bellondi – La regione lombarda da un forte impulso alla diffusione del movimento cestistico con Olimpia Milano, Vanoli Cremona, Pallacanestro Varese e Pallacanestro Cantù. Un autentico traino, anche a livello nazionale. Purtroppo ci scontriamo con l’egemonia del calcio il cui impatto mediatico è straripante. Solo in caso di risultati eccezionali l’attenzione viene spostata su uno sport come la pallacanestro. Ritenuta, ancora oggi, sport minore nonostante il numero di tesserati sia di tutto rispetto. Abbiamo bisogno dei successi della squadra Nazionale, il vero elemento trainante. La Nazionale che vince crea interesse, crea notizia. Ed una visibilità che va oltre quella di appassionati ed addetti ai lavori. Per emulare paesi come la Grecia, nella quale i Campionati Under18 vengono trasmessi in diretta sul primo canale, o la Spagna il cui interesse per la Nazionale di basket coinvolge l’intera nazione

News Reporter

2 thoughts on “Alberto Bellondi: “Lombardia regione trainante, nuovi progetti in arrivo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi