Teamservicecar in Eurolega col Porto

Eurolega in vista. Il Teamservicecar sta ultimando i particolari nella preparazione alla sfida di domenica pomeriggio, quando alle 16.00 debutterà in Eurolega alla Dragao Arena, contro il F.C. Porto. I ragazzi di Colamaria hanno vissuto la settimana con il morale alto, lavorando sodo e affinando le armi lo scorso martedì, in un test match contro l’Amatori Lodi, concluso 7-6 per gli ospiti. Una sfida che ha dato segnali importanti al mister, che ha potuto constatare, come già emerso nel match vittorioso con il Viareggio di sabato scorso, come la condizione della squadra sia in notevole ascesa.

Info utili

Si tratta chiaramente di una sfida al limite del proibitivo, ma la scorsa edizione dell’Eurolega ha insegnato come i pronostici siano sempre appesi ad un filo. Il Noia e il Benfica dovettero sudare parecchio prima di aver ragione della banda di ragazzini di Colamaria. C’è da stare certi che i portoghesi non prenderanno la sfida sotto gamba. Il match sarà in diretta su Porto Canal La sfida di domenica pomeriggio si giocherà alle 16.00. Sarà trasmessa in streaming da Porto Canal e visibile a questo link.

La trasferta del Teamservicecar

La delegazione brianzola del Teamservicecar partirà alla volta di Oporto sabato mattina. Farà rientro domenica sera. La prova della pista è fissata per sabato alle 21.00, un momento importante e che scioglierà le prime emozioni nei ragazzi, perché calcare il parquet dei campioni di Portogallo non è mai cosa banale. Potrete seguire il breve allenamento alla Dragao Arena live sulla pagina Facebook Hockey Roller Club Monza.

Porto, squadra di fenomeni

Il Porto è campione di Portogallo e finalista dell’ultima edizione dell’Eurolega. Queste due credenziali sono sufficienti per presentare una delle squadre più forti e complete del panorama mondiale. I Dragoes sono allenati da una vecchia conoscenza dell’hockey italiano, Guillem Cabestany, che in estate ha apportato qualche modifica alla propria rosa. Confermatissimo Giulio Cocco, che con il passare del tempo sta acquisendo maggiore peso all’interno del “meccanismo portista”, i lusitani hanno smantellato l’asse portiere – leader, provvedendo a due inserimenti di alto livello. I biancoblu hanno effettuato uno scambio di portieri con il Deportivo-Liceo La Coruna, cedendo Carles Grau ai galiziani in cambio di Xavi Malian, che dal 2011 al Liceo ha vinto praticamente tutto e hanno ceduto Helder Nunes al Barcellona, sostituendolo con Carlo Di Benedetto.

La rosa

Per il resto Cabestany ha confermato elementi di livello assoluto. Da due dei protagonisti assoluti dell’ultimo mondiale, Gonçalo Alves e Rafa Costa, a Daniel “Poka” Oliveira, dal navigato Reinaldo Garcia, un classe 1983 che ha diviso la gloriosa carriera tra Porto e Barcellona, al “giramondo” Sergi Miras, fino al giovane e talentuoso Hugo Santos, un classe 2000 che ha mostrato già grandi cose. Il Porto è stato costruito per vincere, con una rosa in grado di garantire un altissimo livello di intensità. Uno dei fattori che determineranno l’equilibrio del match sarà proprio questo, ovvero la capacità dei ragazzi di Colamaria di “restare nel match”, senza cedere il passo, evitando distrazioni, anche in caso di passivo importante.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi