Un campionato combattuto fino all’ultimo giro. Monza premia come campioni italiani 2019 del GT Sprint la coppia Agostini-Rovera nell’ultima gara della stagione, ribaltando i pronostici matematici che vedevano in vantaggio fino al giorno precedente il duo Postiglione-Mul sulla Lamborghini Huracan della Imperiale Racing. Il Tempio della Velocità ha riservato agli spettatori un avvincente scontro nel fine settimana di gare organizzato da ACI Sport, grazie all’incertezza del titolo del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint, con quattro equipaggi a contendersi la corona d’alloro.

GT Sprint, gara-1

Gara-1 ha portato sul primo gradino del podio il duo Abe-Colombo con la Ferrari 488 GT3 di AF Corse. Il team piacentino ha sfruttato l’ingresso di due safety car per staccare gli inseguitori, fermi ai box per il cambio pilota. Il Cavallino rampante ha occupato anche la seconda posizione con Veglia-Crestani di Easy Race che hanno anticipato Comandini-Johansson su BMW M5.

Gara-2

L’equipaggio di BMW Team Italia è riuscito a salire anche sul podio di gara-2, questa volta in seconda posizione. Comandini-Johansson hanno lasciato invece il primo posto a Riccardo Agostini e Alessio Rovera, al volante della Mercedes AMG GT3 di Antonelli Motorsport, che sono riusciti così a conquistare i punti necessari per raggiungere la vetta della classifica e sollevare il trofeo del campionato. Terzi sotto la bandiera a scacchi, Fuoco-Hudspeth del team AF Corse.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi