Sbertoli: “Powervolley Milano e Tokyo”

A margine della presentazione della nuova Allianz Powervolley Milano, il palleggiatore Riccardo Sbertoli ha parlato ai microfoni di MilanoSportiva.

Le parole di Sbertoli

“Per un milanese giocare nella propria città il campionato più bello del mondo penso sia sportivamente il massimo che uno si può aspettare. Non vedevo l’ora. Sono stato benissimo anche gli altri anni ma ora siamo proprio a casa. Siamo costantemente a conttato con la gente che lavora negli uffici e con i ragazzi che si allenano dopo di noi. Noi dobbiamo dare l’impronta sul territorio e sono orgoglioso di poterne fare parte. Mi ricordo di come ero cinque anni fa e sono contento se posso di poter dare un esempio. Non mi sono ancora immaginato l’esordio. Ci sono già entrato a vederlo con la Nazionale ma col club e i tifosi sarà un’emozione indescrivibile”.

La Nazionale

“Quest’estate ho fatto tanto. Mi sono conquistato il posto in Nazionale come secondo palleggiatore. Io sono abituato a giocare e ho imparato a fare un ruolo diverso, che deve dare tutto in allenamento. Mi è servito e mi sento un giocatore molto più maturo. Ci penso a Tokyo 2020 ma è presto. Ora sono concentrato al massimo su Milano”.

La storia

“Io sono nato in piazza Napoli e ho iniziato a giocare in una piccola società in zona San Siro e poi mi sono spostato a Segrate, dove ho vissuto una realtà bella e importante, con finali nazionali e la serie B. Ho imparato tanto. A 17 anni mi ha chiamato Milano, per la mia prima esperienza in Superlega. Ero felice ma non sapevo che cosa aspettarmi. Gli ultimi anni sono stati molto diversi tra loro. Nei primi c’era tanto entusiasmo mentre i successivi sono stati importanti per la mia formazione da atleta. Sono migliorato molto dal punto di vista tecnico e caratteriale”.

Tokyo 2020

Se chiudo gli occhi sogno le Olimpiadi, lo ammetto. Da quando avevo 15 anni ho sempre pensato a quello. Ora ho fatto un passetto in più. Sono più vicino rispetto a prima ma c’è ancora tanto lavoro da fare”.

News Reporter

1 thought on “Sbertoli: “Powervolley Milano e Tokyo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi