Ti piace questo articolo? Condividilo!

Stefi Grosheva, nata in Russia ma residente in Italia, a Milano, è reduce dal trionfo nell’Euro Padel Cup, il campionato d’Europa per club privati. Milano Sportiva l’ha intervistata.

Le parole di Stefi Grosheva

“E’ stata la terza edizione di questo importante torneo. Le prime due si erano svolte in Francia, a Tolosa e a Parigi, mentre stavolta si è giocato a Valencia, in un circolo indoor bellissimo, con otto campi che hanno ospitato quasi duecento giocatori. C’erano squadre anche da luoghi che non ti aspetteresti, come il Senegal e l’Egitto. C’era anche l’Italia che ha chiuso al sesto posto. Io con la mia compagna Arantxa Soriano ho rappresentato la Spagna con la squadra Kelme Roma Sport. Abbiamo chiuso al primo posto il nostro girone e in finale abbiamo battuto i campioni in carica, i francesi di Casa Padel”.

La crescita del padel

Il padel è sicuramente in grande crescita, grazie ai circoli ma anche al presidente della federazione internazionale, che è italiano: Luigi Carraro. Ha finalmente trovato un accordo col circuito professionistico che permette a chi partecipa ai tornei FIP di fare punti buoni anche per il tour. In questo modo i giocatori locali si fanno una classifica e possono poi gareggiare tra i professionisti. Prima non avrebbero potuto fare neanche le qualificazioni senza una classifica. Io per esempio sono entrata qualche anno fa senza agevolazioni. Non mi dedico al 100% a questo sport perchè mancano ancora degli sponsor per poterlo paragonare al tennis”.

La sua storia

Io ho iniziato nel 2009 quando avevo 19 anni. Facevo tennis a livello agonistico, ero la numero 69 di Spagna e giovavo i piccoli tornei ITF. Ho iniziato a studiare giornalismo, ho lasciato il tennis e mi sono avvicinata al padel, che in Spagna già si praticava dal 2002. Non è stato amore a prima vista ma piano piano ho imparato e mi è piaciuto sempre di più. Ho anche iniziato ad allenare e ho lavorato col tre volte campione del mondo Pitu Losada. Poi mi sono trasferita in Italia e lo sto promuovendo anche qui”.

News Reporter

1 thought on “Stefi Grosheva, la zarina del padel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi