All’Ippodromo SNAI La Maura secondo appuntamento consecutivo dopo la bella riunione di sabato incentrata sulle batterie del Premio Mipaaf. Anche se il programma era meno qualitativo, la domenica milanese del trotto ha offerto alcuni spunti interessanti. In particolare spicca il botto cronometrico realizzato da Vamorgea dei Rum nel Premio Civil Action, la prova sui 1650 metri per anziani di cat. D. Con 1.10.7, la cavalla di Mauro Baroncini ha firmato una delle migliori prestazioni cronometriche di sempre sulla pista de La Maura, a due soli decimi dal record della pista realizzato dalla 4 anni Zaniah Bi lo scorso 25 aprile, diventando l’anziano piu’ veloce sul trotter milanese.

Ippodromo Snai La Maura, cronaca

E dire che la pista bagnata non era proprio ideale per fare velocita’. Il record e’ stato indubbiamente propiziato dalla prima parte di corsa molto veloce (600 iniziali in 41) cui e’ stato costretto Ubico Castenada per superare prima l’opposizione di Unbelievable As e poi opporsi all’avanzata di Urbem del Rio. Il resto lo ha fatto la forma al top della portacolori della Martini Galoppo. Sul penultimo rettilineo ha messo la freccia e ha liquidato con un solo parziale il battistrada (penultimo quarto in 27.9) e si è involata solitaria verso il traguardo. Ubico Castenada nonostante la grossa spesa iniziale e’ rimasto coraggiosamente al secondo posto respingendo Silverado Lux e Unbelievable As.

Premio Habit’s Lady

I puledri hanno aperto la giornata disputandosi il Premio Habit’s Lady, sui 1650 metri. Sicuro nelle mani del suo preparatore Erik Bondo, il favorito Bellerofonte Gar ha messo subito in chiaro le sue intenzioni conquistando il comando e da li’ ha trottato sicuro fino al traguardo, tagliato a media di 1.16.6, avvicinato solo negli ultimi da Bellezza quando però il risultato era già scritto. Prima vittoria in carriera, al terzo tentativo, per il portacolori di Aldo e Carlo Borsani. Promettente il debutto della esordiente di Jean-Pierre Dubois, come d’altronde quello del compagno di allenamento Barbaroffa, terzo, mentre Ben Hur Ll è apparso poco centrato ed è stato impiegato con prudenza terminando quarto.

Premio Enzo Malvicini

Un sicuro “coast to coast” anche per Aborigena nel Premio Enzo Malvicini. E’ la reclamare per cavalli di 3 anni con in sediolo i gentlemen. Con Fabio Marchino in cabina di regia, la cavalla allenata da Marco Smorgon ha allungato sul penultimo rettilineo sull’avanzata di Asso Ek, sull’errore del rivale sulla curva finale e’ rimasta solitaria in avanti e ha cosi’ potuto tranquillamente concludere a media di 1.15.3. Adolf Indal ha sfruttato la
posizione in corda rimontando Aly Prav e nel finale si e’ salvato dal gran finale di Adeline di No, che pero’ ha sbagliato sul palo lasciando così al terzo posto Aly Prav.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi