Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il Consiglio Direttivo dell’Allianz Geas ha individuato in Carletto Vignati la figura più consona a ricoprire il ruolo di presidente della società lasciato vacante dopo la scomparsa di Filippo Penati.

Il nuovo presidente Allianz Geas

Vignati, sestese doc, storico dirigente del Geas dal 1965 e punto di riferimento per tutte le giocatrici e i membri dello staff passati in rossonero, aveva già ricoperto questa carica, una volta nei primi decenni di attività della squadra. Un’altra volta nel 1980, in seguito alla rinuncia dell’allora presidente Giuseppe Villa. E infine nel 2008 dopo la scomparsa di Natalino Carzaniga. Inoltre Vignati è stato anche presidente onorario nel periodo della dirigenza Mazzoleni.

Le parole di Vignati

Lasciamo a lui la parola: “Sono onorato di ricoprire per la quarta volta questo ruolo. Come nelle occasioni precedenti, i consiglieri hanno scelto me in quanto figura traghettatrice data l’occorrenza di posto vacante. Al contrario che nei brutti periodi passati qualche anno fa, l’Allianz Geas, in una situazione più serena e agevole, può proseguire positivamente a partire da quanto di buono fatto finora”.

Sconfitta a Lucca

Nella trasferta di Lucca l’Allianz Geas intanto è caduto sul filo di lana, mancando l’ultimo tiro della vittoria dopo una gara molto equilibrata e caratterizzata da diversi mini-parziali. Incontro incerto fino alla fine, con entrambe le squadre che, in momenti differenti, riescono a staccarsi dalle avversarie senza però allungare definitivamente. Lucca supera così Sesto. Sale in quinta posizione con 8 punti lasciando le ragazze di coach Zanotti in sesta (a 6 punti, come Vigarano, Broni ed Empoli).

Avatar
News Reporter

1 thought on “Allianz Geas, Vignati nuovo presidente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi