Sanga concreto a Marghera
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sanga solido e concreto a Marghera, le Orange con una ripresa autoritaria archiviano la pratica Giants. Decisivi gli strappi di Toffali, la solidità di Quaroni e Guarneri, chirurgica Beretta nel rintuzzare ogni tentativo di rimonta delle veneziane.

Sanga, la cronaca

Buon avvio milanese, le iniziative di Quaroni e Toffali tengono avanti le ospiti, della guardia bresciana l’incursione che vale il più 6, 5-11. Ancora Toffali per il massimo vantaggio Sanga prima della reazione delle padrone di casa che cercano immediatamente di ricucire con Villarruel, 10-16. Milano continua ad avere l’inerzia del match nelle mani, c’è il primo margine in doppia cifra dopo la morbida conclusione di Guarneri, 10-20. Scalda la mano anche Beretta che aziona il nuovo parziale ospite, Quaroni certifica la fuga, 12-25. E’ l’ultima fiammata del primo tempo delle milanesi che perdono completamente il controllo della sfida, Villarruel è scatenata e riporta sotto le Giants, 23-29 dopo la tripla di Castria. Non si ferma la mareggiata veneziana, ancora Villarruel incontenibile ed è sorpasso poco prima della pausa lunga, 35-31. Spazio alla convalescente Cicic nella ripresa, dell’ala croata e della solita Toffali la fiammata che riporta avanti Il Ponte Casa d’Aste, 35-38. E’ un Sanga più intenso e concentrato, le Orange tornano brillanti anche in transizione, 37-46 sigillato da Guarneri. Quaroni torna a controllare ritmo e gestione della partita, del play milanese il massimo vantaggio, 37-51. Prove tecniche di fuga definitiva delle milanesi, Carrara non stecca il possesso del più 17, 42-59. E’ il colpo del KO per le Giants che non riescono più nel recupero, Milano gestisce il finale pur non brillando, 54-64.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi