Atletica a Milano: salta il Golden Gala all”Arena, niente impianto indoor al XXV Aprile

Fare atletica a Milano è estremamente difficile e ora, ad alimentare i problemi, arriva anche la mancata assegnazione del Golden Gala 2020 all’Arena e l’inaugurazione ancora rinviata dell’impianto indoro al centro XXV Aprile. Un percorso diametralmente opposto a quello che da sempre offre la città. Che, oltretutto, ha anche conquistato l’assegnazione delle Olimpiadi del 2026 assieme a Cortina. 

Fare atletica a Milano, un sogno impossibile

Fare atletica a Milano, dunque, è un sogno impossibile. O perlomeno mette in seria difficoltà chi vuole praticarla, per mancanza d’impianti adeguati. Come riporta anche il collega Fabio Monti in un articolo apparso sul sito ilcittadinomb.it, suona tutto molto strano. Soprattutto per una metropoli che si dichiara estremamente europea e all’avanguardia. Uno scenario che cozza enormemente con i progressi, fatti e decantati, nel corso del 2019. Anno che ha visto Milano guadagnarsi le già citate olimpiadi invernali del 2026: “Anche in un anno in qualche modo storico – ricorda Fabio Monti – la grande Milano, la città di respiro europeo, dove tutto è perfetto, è riuscita a conservare la maglia nera in materia di impianti sportivi”. 

Arena di Milano, storia di un impianto vecchio

La vecchia Arena di Milano è ancora chiusa. Mentre, da tabella di marcia, avrebbe dovuto riaprire i battenti a maggio. La pista non è ancora stata rifatta e, per l’atletica, è di vitale importanza. Peccato, perché il Golden Gala avrebbe dato una visibilità enorme all’impianto napoleonico. Serviva una struttura per sostituire lo stadio Olimpico di Roma, che verrà lasciato alla preparazione delle partite dell’Europeo di calcio. Non se ne farà nulla, con la Fidal pronta a spostarsi a Firenze o Napoli. Una sconfitta sportiva per il capoluogo lombardo. Ma l’Arena è un impianto vecchio e inadeguato. 

L’assessorato di Roberta Guaineri

Peccato, perché l’assessorato di Roberta Guaineri è riuscita, nel recente passato, a ridare lustro anche ad altri impianti. Uno su tutti, il vecchio Palalido, oggi Allianz Cloud. Ma anche il Centro Kennedy, che la Fibs ha concesso in uso al Milano Baseball. Esempi di buona pratica comunale ce ne sono, il discorso però sull’Arena appare molto più complesso. 

Il Centro XXV Aprile e la sua totale inadeguatezza

La storia più sconcertante, però, è quella del Centro XXV Aprile. Dopo dieci anni di attesa, la sua inaugurazione ancora tarda ad arrivare. E il motivo è semplice: l’impianto al coperto non può essere utilizzato. Tetto troppo basso per chi si dedica al salto con l’asta, spazi per le attività angusti e non regolamentari. Servirà altro tempo, attesa per attesa…

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi