Daemons Cernusco, scudetto U13
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La giornata di apertura dello Youth Bowl ha regalato forti emozioni ed assegnato il primo scudetto! Stiamo parlando della categoria U13, che ha incoronato campioni i Daemons di Cernusco sul Naviglio, veri dominatori della finale contro i Giaguari Torino, battuti per 52 a 20. Dopo due avvincenti semifinali, giocate punto a punto tra Daemons Cernusco sul Naviglio e Rhinos Milano e tra Giaguari Torino e Gladiatori Roma, con continui cambi di fronte, rimonte e ribaltamenti di campo che hanno tenuto gli spettatori del Vigorelli con il fiato sospeso fino ai rispettivi fischi finali, la finalissima tra Daemons e Giaguari è stata la classica ciliegina sulla torta.

Daemons, cronaca

Sono i giovani Daemons ad andare in vantaggio per primi, con una bella corsa di Filippo Vulpio, già protagonista della semifinale contro i Rhinos. I Giaguari non riescono a reagire e la palla torna rapidamente nelle mani degli avversari, che varcano nuovamente la endzone con una bella ricezione di Mattia Aglioti. La trasformazione non riesce e il punteggio si fissa sul 12 a 0. Questa volta la reazione giallo-nera è immediata e con una corsa a tutto campo di Edoardo Piacentini che accorcia le distanze: 12-6. Tempo due minuti e, dopo aver rotto una serie di placcaggi, i Daemons tornano ad allungare con una corsa di Filippo Vulpio, che poi trasforma anche da due punti: 20-6. I Jags non mollano ed Edoardo Piacentini riporta sotto i torinesi con una gran corsa. Vulpio non ci sta e al primo snap galoppa fino in endzone: 26 a 12 e Daemons ancora avanti. Ma non è finita: Piacentini si trasforma in QB e lancia in endzone Gabriele Della Malva, per poi occuparsi personalmente della trasformazione da due punti: 26-20 e squadre al riposo di metà partita.

Ripresa

Nella ripresa, attacco torinese aggressivo ma difesa Daemons attenta e il primo drive termina con un turnover. I Daemons non si lasciano sfuggire la possibilità di allungare nuovamente e tornano a segnare con Mattia Aglioti. Nicolò Callegari trasforma da 1: 33 a 20. Pochi minuti e Aglioti varca nuovamente la endzone con una corsa a tutto campo. Federico Catoio riceve in meta il lancio di Siviero: 40-20. I Daemons, con Aglioti, non si fermano più e aumentano ancora il proprio vantaggio, scavando un baratro tra sé e gli avversari: 46-20. Coach Cavallini cambia un po’ le pedine in campo, ma la musica è sempre la stessa e i Daemons mettono ancora punti a referto con una corsa di Tommaso Carmelini, che chiude i giochi e regala il tricolore a Cernusco con il punteggio di 52 a 20. Terzo gradino del podio per i Rhinos Milano, che regolano i Gladiatori Roma con un punteggio quasi identico: 55 a 20. Miglior giocatore della finale (MVP) votato dai coach della Commissione Tecnica FIDAF presenti in tribuna, il classe 2006 Mattia Aglioti, dei Daemons.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi