Rigamonti Relay Marathon al via

Aperte le iscrizioni alla Rigamonti Relay Marathon 2020. E’ la staffetta legata alla Generali Milano Marathon in programma domenica 5 aprile nel cuore della città. L’evento, che permette di dividere la corsa lungo i 42 chilometri e 195 metri del percorso in 4 frazioni, di lunghezza compresa tra i 7 e i 14 km ciascuna (tra i 6.8km e 13.8km, per la precisione) attira ogni anno sempre più runner desiderosi di abbinare l’attività fisica con una scelta dal forte valore sociale.

Rigamonti Relay Marathon, novità

La prima grande novità relativa alla nuova edizione della staffetta a team riguarda l’ingresso di un nuovo Title Sponsor. Si tratta di RIGAMONTI, leader mondiale nella produzione della Bresaola della Valtellina IGP, storica azienda valtellinese con una forte propensione all’export. Una partnership, questa con RCS Sports & Events, che ben si colloca nel processo di espansione della società guidata dall’AD Claudio Palladi. “Con questa nuova partnership Rigamonti rafforza ulteriormente il proprio legame con il territorio e con lo sport. Un mondo, quello degli sport amatoriali e in particolar modo della corsa, che ci è particolarmente affine per valori e per target. Oggi infatti sempre più italiani, soprattutto sportivi, apprezzano la bresaola per gusto, proprietà nutrizionali e leggerezza. Tre criteri, questi, ai quali ci siamo ispirati per lanciare la nuova gamma di salumi healthy e bio, tra i prodotti più richiesti dai consumatori secondo un’indagine Doxa”.

Milano Charity Program

La Rigamonti Relay Marathon è l’evento al quale si collega il Milano Charity Program. E’ il più grande progetto di solidarietà in ambito sportivo in Italia. Grazie al programma benefico, le 90 Organizzazioni No Profit (ONP) iscritte quest’anno potranno trovare un importante strumento di raccolta fondi a sostegno dei propri progetti sociali. Il coinvolgimento dei runner avviene grazie all’iscrizione alla staffetta, che è possibile solo ed esclusivamente attraverso una delle ONP ufficiali. Le stesse associazioni stabiliscono in autonomia la donazione minima a fronte della quale i pettorali verranno donati ai partecipanti.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi