Junior TIM Cup con Biglia e Biraghi

Dall’oratorio ai grandi stadi della Serie A TIM: per l’ottavo anno consecutivo la “Junior TIM Cup – Il Calcio negli oratori” continua a divulgare la buona pratica sportiva fatta di valori, lealtà e divertimento puro. Il torneo giovanile di calcio a 7, riservato agli Under 14, promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, coinvolge gli oratori delle 16 città le cui squadre militano nella Serie A TIM.

La Junior Tim Cup

Dopo aver coinvolto, nelle precedenti edizioni, oltre 77mila ragazzi in tutta Italia, quasi 6mila oratori e fatto disputare più di 30mila partite, il progetto continua il percorso di unione tra sport di vertice e di base. Ogni settimana, infatti, i ragazzi accoglieranno gli ambasciatori della squadra di Serie A TIM della loro città. Nel weekend, invece, le squadre della Junior TIM Cup 2019-2020 scenderanno in campo negli stadi del grande calcio disputando un’amichevole durante il pre-partita dei match di Serie A TIM. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale nel mese di maggio che sarà ospitata in uno dei prestigiosi stadi della Serie A TIM.

Biglia e Biraghi in oratorio

Lucas Biglia di A.C. Milan e Cristiano Biraghi di F.C. Internazionale Milano hanno fatto visita all’Oratorio Santa Cecilia per incontrare e giocare con i ragazzi della Junior TIM Cup.

Dichiarazioni

Lucas Biglia: “È sempre un piacere incontrare così tanti bambini, sentiamo il loro sostegno tutte le domeniche. Ho iniziato a giocare a calcio a 4 anni, andavo al campetto con mio fratello maggiore. Grazie a lui ho iniziato a dare i primi calci ad un pallone, non mollando mai sono arrivato anche a giocare una finale dei Mondiali con l’Argentina. Quello che conta più di tutto però è essere campioni fuori dal campo, nella vita di tutti i giorni”

Cristiano Biraghi: “Sono orgoglioso di incontrare i bambini della Junior TIM Cup. Il calcio, così come tutti gli sport, unisce e insegna a stare insieme. Per raggiungere alti livelli bisogna essere delle brave persone fuori dal campo e credere nei propri sogni, come me che adesso indosso la maglia dell’Inter, la squadra nella quale sono cresciuto.”

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi