Challenge Cup: Powervolley Milano, possibile finale ritardata di un mese

Se la Powervolley Milano dovesse qualificarsi per la finale di Challenge Cup, la stessa potrebbe giocarsi con un mese di ritardo. È questo quanto annunciato, tra molte altre cose, dalla CEV, la confederazione europea della pallavolo. 

La CEV rinvia semifinali e finale di Challenge Cup 

La CEV, annunciando di rinviare tutti gli eventi fino al 3 aprile, ha di fatto spostato tutte le attività. Il proliferare della diffusione del coronavirus in tutta Europa, di certo, non ha aiutato un quadro già compromesso ed un calendario estremamente pieno. Anche la FIVB ha confermato le modifiche al proprio calendario, rimandando la Volleyball Nations League a dopo le Olimpiadi di Tokyo 2020. Sempre che queste ultime si disputino regolarmente. I membri del consiglio di amministrazione della CEV hanno concordato di rinviare tutti gli eventi CEV fino a nuovo avviso.

Powervolley Milano, Challenge Cup in alto mare 

Tra le decisioni prese, anche quella di rinviare la fine delle coppe europee. Champions League, CEV Cup e Challenge Cup si giocheranno fino a metà maggio 2020. Rimane da chiedersi se questo spostamento sarà sufficiente, ma è chiaro che la decisione appare come temporanea per cercare di dare un po’ di equilibrio al calendario.

La doppia sfida contro Budapest

Per l’Allianz Powervolley Milano, dunque, si aprirà un periodo molto intenso. Fermo restando la decisione di tutto il movimento sportivo e politico italiano di rimanere fermi fino al 3 aprile, il CdA della Legavolley ha dichiarato la sua volontà di portare a conclusione la stagione. Questa decisione porterà la squadra del presidente Lucio Fusaro a dover ricalendarizzare diverse gare: oltre alla gara contro Padova, rinviata lo scorso 8 marzo, questo mese di sospensione non permetterà ai ragazzi di coach Piazza di affrontare nemmeno Vibo Valentia. Quella contro i calabresi appare una sfida impossibile, visto che è già cambiata tre volte la data di disputa. E poi il match contro Piacenza e la semifinale d’andata di Challenge Cup contro il Lisbona (19 marzo). Poi la trasferta a Latina (22 marzo), la semifinale di ritorno di Challenge Cup (26 marzo) e la gara interna contro Verona (29 marzo). 

Il destino della Challenge Cup

E poi c’è la Challenge Cup. Le sfide erano in programma, come detto, il 19 marzo all’Allianz Cloud di Milano e il 26 marzo a Lisbona. Il primo rinvio, legato anche alla successiva decisione della Cev di concludere a maggio le competizioni europee, farà slittare anche la doppia finale. Che inizialmente era prevista per l’8 e il 15 aprile. Le due semifinali vedranno di fronte da una parte la già citata Powervolley Milano contro gli ungheresi di Budapest. Dall’altra il Rennes, club francese, contro i turchi dell’Ankara. Quando, ad oggi, rimane ancora un mistero. 

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi