Calciomercato Milan: sei giocatori in scadenza, non rimarrà nessuno

Calciomercato Milan. Sei giocatori e un risparmio economico di 13 milioni di euro netti di stipendio. Il prossimo 30 giugno forse non terminerà la stagione agonistica, ma di certo arriveranno a scadenza i contratti di sei giocatori che, in un modo o nell’altro, si sono ritrovati ad essere loro malgrado essenziali o indesiderati. E il cui destino, ad oggi, è ancora tutto da scrivere. 

Calciomercato Milan, Ibrahimovic medita l’addio

In cima a questa lista c’è Zlatan Ibrahimovic. Sul quale pesano come un macigno la carta d’identità e il lauto stipendio ricevuto. 39 anni da una parte, sei milioni di euro per mezza stagione dall’altra. La presa di potere da parte di Gazidis farebbe pendere l’ago della bilancia verso un suo netto addio alla causa rossonera, dal momento che la linea voluta da Elliott e sposata in pieno dal dirigente sudafricano è chiara: meglio giocatori giovani e con stipendi non oltre i 2,2 milioni di euro che anziani e molto costosi. Alla fine, però, sarà proprio Ibrahimovic a decidere che ne sarà del suo futuro, anche se ad oggi appare scontato un suo addio.

Biglia e Bonaventura ai saluti

Un giocatore sul quale non sembrano esserci dubbi è invece Lucas Biglia. I tanti infortuni, il non aver mai convinto, l’essere ormai fuori dagli schemi tattici di Pioli, uno stipendio da 3,5 milioni di euro all’anno e 33 anni di età. Piccole conferme che non fanno altro che spingere l’argentino fuori da Milanello al prossimo 30 giugno. Discorso simile per Giacomo Bonaventura, 32 anni e uno stipendio da due milioni di euro che, ad oggi, nessuno vuole però rinnovare. E poi ci sono Saelemaekers, Kjaer e Begovic: tre giocatori, tre contratti da 500mila euro e tre prestiti in scadenza al 30 giugno. Pioli li vorrebbe tenere tutti e tre, ma l’ultima parola spetterà a Gazidis: l’impressione è che l’unico che ha chance di conferma è Kjaer.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi