Coronavirus, Edoardo Melloni ricoverato al Sacco di Milano

Il Coronavirus non colpisce solo anziani e persone fisicamente deboli. La prova provata arriva dall’Ospedale Sacco di Milano, uno di quelli che in queste settimane si è specializzato nell’assistere i contagiati di questa nuova malattia. Lì infatti è ricoverato il ventinovenne mezzofondista e crossista, tesserato Cus Pro Patria Milano, Edoardo Melloni.

Edoardo Melloni col Coronavirus

A dare notizia della sua positività è stato lo stesso Edoardo Melloni, con un lungo post su Facebook. “Se pensate che essere giovani, forti ed in salute vi salvi ecco una news (e questa non è fake): vi sbagliate. I virus sono democratici, non guardano mica in faccia. Puoi essere il pensionato che va a comprare la frutta al mercato o puoi essere il presidente di una nazione. Lui non lo sa e a lui non importa. Potete essere fortunati e non contrarlo. Potete essere comunque fortunati e contrarlo senza essere sintomatici. Oppure vi può andare peggio. Il problema è che non potete sapere a quale categoria appartenete. Avete voglia di rischiare? Ah, visti gli innumerevoli messaggi-catene di whatsapp che ricevo in cui mi si comunica che basta acqua calda, limone e zenzero per sconfiggere il virus. Fatemi e fatevi un favore: chiedete (o verificate) sempre la fonte delle informazioni. Qui purtroppo non mi danno tisane allo zenzero ma idrossiclorochina e lopinavir e ritonavir, usati rispettivamente per artrite ed HIV.
Se non avete la necessità di dovervi obbligatoriamente recare al lavoro, #stateacasa e tutto finirà presto. Io da qua ne esco quanto prima”.

Se pensate che essere giovani, forti ed in salute vi salvi ecco una news (e questa non è fake): vi sbagliate.I virus…

Pubblicato da Edoardo Melloni su Mercoledì 18 marzo 2020

La stagione 2019

Il 2019 di Edoardo Melloni si era aperto in tutt’altro modo. Nella tappa di Canegrate del Cross per tutti era arrivata una vittoria. Seuita da un secondo posto ai campionati lombardi indoor sui 3000 metri e un ottimo 33:57 nei 10mila su strada a Magenta. Poi lo stop forzato per tutti e la scoperta della positività.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi