Trofeo Bonfiglio 2020: ufficiale, a maggio non si gioca

Ora è ufficiale, il Trofeo Bonfiglio 2020 non si disputerà nelle date previste originariamente, dal 16 al 24 maggio prossimi. Il Tennis Club Alberto Bonacossa, che organizza la manifestazione, segue dunque le indicazioni della ITF. Quest’ultima aveva annunciato, nella tarda serata di mercoledì 18 marzo, lo stop delle competizioni fino all’8 giugno a causa dell’aggravarsi della situazione derivante dalla diffusione del contagio da coronavirus. Una decisione che coinvolge anche il Trofeo Bonfiglio. “Nessuna notizia al momento sulla nuova calendarizzazione dei tornei – si legge in una nota ufficiale del TC Alberto Bonacossa – siamo estremamente dispiaciuti, ma convinti che fosse l’unica decisione possibile. Vi aggiorneremo sugli sviluppi della situazione”.

Trofeo Bonfiglio 2020, quale futuro?

Rimane da chiedersi ora quale sarà il futuro del Trofeo Bonfiglio 2020. Nei giorni scorsi si era parlato di un possibile slittamento dello stesso ad agosto o settembre, ma niente di confermato. La cosa certa è che appare difficile che uno dei più importanti tornei di tennis a livello giovanile, se ce ne sarà la possibilità, non venga disputato per nulla. L’emergenza coronavirus, va bene ricordarlo, aveva portato al rinvio a data da destinarsi anche delle finali di Fed Cup e dei playoff. Oltre alla cancellazione definitiva del torneo Grade 2 di Firenze. 

La storia del Bonfiglio

Il Trofeo Bonfiglio è nato nel 1969 e ha festeggiato i suoi primi 60 anni di vita nella scorsa edizione. Denominato anche Campionati Internazionali d’Italia Juniores, è uno dei tornei Under 18 sia maschile che femminile più importanti del mondo. Nacque su volere di Vittorio Battaglia in memoria di Antonio Bonfiglio. Quest’ultimo, giovane tennista del circolo milanese, dopo aver dominato la scena juniores nazionale per qualche anno morì di polmonite il 13 febbraio 1959, a soli 19 anni. Oggi è considerato il più importante torneo juniores d’Italia e uno dei più importanti del mondo assieme all’Orange Bowl di Miami e i quattro tornei giovanili del Grande Slam. 

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi