Olimpia Milano, Micov: “Coronavirus? Qui c’era la settimana della moda”

Anche l’Olimpia Milano sta facendo i conti col Coronavirus. La quarantena è ormai passata, a causa della positività di Thompkins del Real Madrid con cui i biancorossi si erano affrontati.

Olimpia Milano, la situazione

In attesa di capire se, quando e come si tornerà in campo molti giocatori sono tornati a casa. Tra questi Vlado Micov che ha ottenuto la possibilità dal club di rientrare in Serbia fino a nuovo ordine. Giunto a Belgrado, il professore, come viene soprannominato nel mondo del basket, ha subito parlato coi media del suo paese, e ha spiegato la situazione che ha vissuto a Milano nelle scorse settimane. Le sue parole sono destinate a far discutere.

Le parole di Micov

“Non è stato vietato il traffico. All’inizio non hanno preso sul serio la situazione. Era la settimana della moda e l’intera città era piena. Caffè, piazze, ovunque c’erano turisti che si sono infettati con il virus e poi lo hanno diffuso in tutto il pianeta. I giocatori sono chiusi a impazzire a casa, ti è permesso semplicemente camminare in aree dove non c’è mondo. Ora vedo che potrebbero anche vietarlo. La situazione è molto brutta. Tutti piangono in Italia, per la diffusione del virus, i morti stanno aumentando rapidamente giorno dopo giorno “.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi