Coronavirus, Tortu: “Mi alleno a casa e proverò i 200 m, ma anche il bob”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Filippo Tortu, l’italiano più veloce di sempre, è stato ospite di Casa Sky Sport dove ha parlato di presente e futuro, con alcune grandi sorprese. Prima di tutto però si è parlato del rinvio delle Olimpiadi per il Coronavirus.

Tortu e il Coronavirus

“Mi sto allenando a casa, il rinvio è stato giusto. Prima viene la salute. Sono ottimista per il futuro della mia carriera. L’anno prossimo proverò anche i 200 metri, anche sono convinto che siano i 100 la mia gara. Avrò anche un anno in più per migliorare visto il rinvio dei Giochi. L’emergenza coronavirus? Bergamo è come se fosse la mia città e vederla così e davvero un brutto colpo, ma sono sicuro che i bergamaschi non verranno fermati da questa tragedia”.

Non solo atletica

Tortu a livello sportivo non ha in testa solo l’atletica. “Tifo Chelsea, Lampard era il mio giocatore preferito. Il mio sacrificio più grande adesso è quello di non poter giocare a calcio e basket, le mie due grandi passioni. Mi piacerebbe farlo ad alto livello, ma non ho le capacità tali per poter ambire a imitare Bolt. A fine carriera giocherò a calcio sicuramente, ma con gli amici. La passione per il bob? Mi sono fatto un’idea su Milano-Cortina 2026, vedremo…”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi