Gallinari, lettera all’Italia: “Non durerà all’infinito”

Danilo Gallinari, dopo aver rilasciato tante interviste negli Stati Uniti, per parlare del Coronavirus, prima ancora che diventasse un’emergenza anche Oltreoceano come putroppo lo è ormai da un mese da noi, ha scritto una lettera aperta pubblicata su The Players’ Tribune. Si intitola “Il mese che ha cambiato l’Italia per sempre”.

Le parole di Gallinari

Si parte dall’11 marzo, quando anche la Nba si fermò. “Sapevo che in Italia non si giocava già da tempo a causa del Coronavirus. Ho pensato subito che fosse successo anche qui in America. Non ci sono state date notizie per molto tempo e i miei compagni, a differenza mia, non immaginavano l’impatto che il virus potesse avere. A quel punto ho preso la parola: ‘Ragazzi, secondo me tutto questo ha a che fare con il contagio’. Da lì in poi tutti hanno iniziato a farmi domande, mi sono trovato in mezzo allo spogliatoio a dare spiegazioni, ma nessuno in quel momento era preoccupato. Adesso invece il virus lo conoscono tutti”.

Il Coronavirus in Italia

“È da circa un mese che ogni volta che squilla il mio telefono e vedo una chiamata dall’Italia mi preparo a ricevere brutte notizie. E ultimamente mi squilla parecchio. Potrei raccontare tante storie triste, cose che non avrei mai immaginato e che stanno accadendo ai miei amici e a persone che conosco. Mi fa strano dirlo, ma io sono fortunato perché i componenti della mia famiglia stanno tutti bene. Sono preoccupato per mia madre, da sola in quarantena in Italia, con mio padre e mio fratello bloccati a Denver. Ma lei non ha problemi, vive in una casa grande e ha tutto lo spazio necessario. Penso invece a chi si sente recluso nella propria abitazione, a chi fa fatica a vivere in un ambiente sano. Alla sofferenza che ormai si vede dappertutto”.

La donazione del Gallo

Danilo Gallinari sta facendo la sua parte, aiutando con una donazionale le strutture che in questi giorni stanno combattendo contro il Coronavirus a OKC. “Non si sistemerà tutto domani o la settimana prossima. Non sappiamo quanto tempo ci vorrà a uscirne. Ma c’è una cosa di cui sono certo. Non durerà all’infinito”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi