Matteo Piano: “Coronavirus come un grave infortunio”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Matteo Piano, capitano dell’Allianz Powervolley Milano, è uno dei giocatori più disponibili del mondo della pallavolo. Ad approfittare del suo tempo (in questo momento di emergenza Coronavirus) è arrivata anche La Nuova Provincia, che lo ha intervistato per fare il punto della situazione. Il ritorno in campo appare lontanissimo e stavolta gli infortuni non c’entrano.

Le parole di Matteo Piano

Sono a casa a Milano, e onestamente sento la nostalgia di Asti. La campagna, l’aria aperta, mentre qui vivo in città. Sono settimane difficili, la mia quarantena è iniziata subito perché la Lombardia è l’epicentro del virus, ma il Piemonte è divenuto presto zona rossa. Mi sento quindi con voi e come voi, in ansia ma con la speranza che questo incubo possa presto finire”.

Il Coronavirus

“A livello mentale è difficile affrontarlo perché è un incubo che non si sa quando potrà concludersi. Lo paragono sportivamente a un grave infortunio di cui non si conoscono i tempi di recupero. Se non si vede un traguardo è facile cadere nello sconforto”. E Matteo Piano purtroppo di infortuni se ne intende, visto quanto gli è successo negli ultimi due anni. Ora che sembrava vicino al rientro è arrivato un altro stop, stavolta però per tutti.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi