Il calcio va on line, Rolafer Briantea84 risponde al coronavirus
Ti piace questo articolo? Condividilo!

In tempo di coronavirus praticare sport, a qualsiasi livello, è ormai divenuto possibile solo attraverso computer e smartphone. Dagli allenamenti sul campo si è passati a quelli virtuali,. Unica alternativa per sopperire al lungo periodo di sosta forzata e mantenere alta la concentrazione e la forma fisica. Di questa nuovo, se pur legato all’emergenza sanitaria, modo di intendere la pratica sportiva si fa interprete la Rolafer Briantea84 Cantù. Sotto la guida di Luca Brienza, da qualche giorno gli allenamenti sono on line. “Il calcio va on line“, progetto nato nell’emergenza, però apre le porte al futuro. L’intenzione è salvare ciò che di buono si sta facendo in questo momento per adattarlo a programmi e progetti dei tempi ante virus. Ne abbiamo parlato con Simone Rabuffetti, Responsabile Ufficio Stampa di Briantea84.

Rolafer Briantea84 Cantù, gruppo unito contro il coronavirus

L’obiettivo – dichiara Simone Rabuffetti, responsabile Ufficio Stampa di Briantea84 – è continuare nel progetto partito a inizio stagione. Abbiamo avvertito l’esigenza di contrastare i pericoli, per i nostri atleti agonisti, di una sosta forzata e protrattasi già abbastanza a lungo. Contestualmente abbiamo incrociato il desiderio degli atleti di trovare una alternativa, se pur non tradizionale, alla loro voglia di sport. Tanto più forte quanto più le singole realtà sono abituare a essere protagoniste con risultati importanti. Tra queste,la Rolafer Briantea84 Cantù vincitrice per due volte del Torneo di Ginevra. Un gruppo molto unito con amicizie consolidate da anni, in questa fase emergenziale, ha trovato lo spirito giusto per vivere una quotidianità così diversa da quella alla quale eravamo abituati

Linee guida che investono la quotidianità

Il calcio va on line è un modo diverso di fare allenamento. “Non più legato al momento sportivo ma strutturato in modo da ridurre il senso della distanza e fornire linee guida sempre valide. Riuscire a vedersi e fare esercizi insieme in questo periodo di sospensione delle attività sportive è molto importante. E raccontarsi e condividere sensazioni personali legate al momento di emergenza che viviamo è la risposta giusta per affrontare l’emergenza coronavirus. E’ un progetto contestualizzato alla situazione ma la possibilità di poter tornare sulla piattaforma per un post allenamento rende le linee guida utili e fruibili nell’intero arco della giornata

Programmi differenziati, vietato trascurare l’impegno

Rimane fermo, trattandosi di sport, l’obiettivo di mantenere la forma acquisita fino a questo momento. Con programmi individuali differenziati che variano da allenamento ad allenamento. A nessun atleta è consentito di sottovalutare l’impegno. Negli orari e nei giorni definiti per l’allenamento si devono connettere dalle proprie abitazioni con addosso la tuta e senza alcun ritardo. Rolafer Briantea 84 Cantù oltre a disputare il Campionato CSI è impegnata nella quarta categoria FIGC Divisione Calcio Paralimpico e Speriementale nel quale veste la maglia Milan. I ragazzi hanno risposto molto bene

Il calcio va on line, progetto da riproporre nel futuro

Tutto quello che si sta facendo adesso è ovviamente fatto per necessità – conclude Simone Rabuffetti – Bisognerà capire cosa di tutto questo sarà utile anche nella prossima ripresa. Sicuramente questo esperimento potrebbe trovare applicazione nel corso della pausa natalizia per fare allenamento di mantenimento dello stato fisico e mentale. Nelle tre settimane di pausa estiva, ad agosto, potrebbe essere utilizzato per mantenere la forma fisica e mentale anche in periodi di lontananza. Si dovrà prendere quanto di buono si sta facendo adesso per adattarlo su ciò che di buono si faceva prima

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi