Sanga Milano, Pinotti: “Serve segnale forte per basket femminile”

Sono passati oltre due mesi dall’ultima partita giocata dal Sanga Milano, che vinse a Mantova il 15 febbraio. Coach Franz Pinotti, il fondatore del club, ha fatto il punto della situazione sul sito ufficiale in questo lungo periodo di emergenza legato al Coronavirus.

Le parole di Franz Pinotti

“So che stando a casa faccio il mio dovere. E’ quello che posso fare per aiutare la Comunità. Naturalmente rimango molto attivo, grazie alla moderna tecnologia che ci permette di arrivare ovunque stando in una stanza, e cerco di aiutare e sostenere, come posso, chi ha bisogno. Oltre a pensare da casa, attraverso riunioni online, il mondo che verrà”.

Il bilancio del Sanga Milano

“Il prima era un tempo di gioia e rapida ascesa di tutto il nostro movimento. Ricevuto l’Ambrogino d’oro dalle mani del nostro Sindaco Beppe Sala, lo abbiamo considerato l’ennesimo punto di partenza. Agonisticamente stavamo preparandoci a un finale di stagione scoppiettante con ben più di un gruppo. Per quanto riguarda la serie A, eravamo in “stato di flow”, giocando con la mente libera da condizionamenti, e credo che nessun risultato ci fosse precluso. Mi sarebbe piaciuto molto vedere come sarebbe potuta finire questa stagione. Sentivo nell’aria lo stesso profumo dell’AS 2012/2013, potevamo essere la vera sorpresa della stagione. Ma si sa che senza prove, non c’è molto da dire, se non la voglia di ricominciare da dove avevamo terminato”.

Il basket femminile

“Per quanto riguarda la pallacanestro femminile abbiamo bisogno di un segnale forte e dedicato allo sport di genere, per il quale mi aspetto una maggior attenzione. Per quanto riguarda lo Sport più in generale, si dovrebbe scrivere una legge ad hoc che permetta la defiscalizzazione di ogni tipo di sostegno, sia privato che aziendale, sia come sponsorizzazioni che come erogazioni liberali, a chi sostiene il mondo dello sport. Ma non briciole. Servono incentivi forti che permettano di recuperare soldi, ripeto, dalle aziende ma anche dai privati”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi