Accadde oggi: 27 aprile 1908, via alla quarta olimpiade
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il 27 aprile 1908 si teneva la quarta Olimpiade a Londra. L’evento, che prima si doveva svolgere a Roma, è diventato una delle Olimpiadi più interessanti della nostra storia.

Il 27 aprile 1908, lo stesso giorno di oggi ma circa un secolo fa, prendeva il via in Inghilterra la quarta Olimpiade.
L’evento si svolgeva in concomitanza con la Franco-British Exhibition, in onore dell’Entente cordiale tra la Francia e la Gran Bretagna, con una. Le gare e competizioni sportive avevano il massimo successo e l’attenzione del pubblico, a dispetto delle Olimpiadi passate.

Struttura e organizzazione della quarta Olimpiade

L’Olimpiade del 27 aprile aveva un’organizzazione completamente diversa.
Se, in occasione di quella del 1900 a Parigi e del 1904 a Saint Louis, la scelta di programmare in contemporanea l’Esposizione Universale aveva messo in ombra le gare, a Londra le cose si svolsero diversamente.
Innanzitutto, le principali competizioni sportive erano state concentrate in due settimane a luglio e in un unico luogo.
Il teatro delle gare era il White City Stadium con i suoi 66.288 posti totali, tra i quali 20.000 erano all’aperto.
Le altre competizioni, per esempio quelle degli sport primaverili, si svolsero in club esclusivi di Londra, mentre tra gli sport nautici molti si svolsero sul fiume londinese, il Tamigi.
I classici sport primaverili, come il racquets, il jeu de paume, il tennis e il polo, erano stati invece collocati tra fine maggio e giugno.
Gli sport nautici, invece, si erano svolti tra luglio e agosto. Infine, in autunno, tra ottobre e dicembre si erano tenute le competizioni di boxe, pattinaggio su ghiaccio, hockey su prato, lacrosse, rugby e calcio.

Qualche curiosità sulla quarta Olimpiade

L’evento sportivo di risonanza mondiale rappresentava il quarto appuntamento delle Olimpiadi moderne.
Tuttavia a dispetto della cadenza quadriennale che tutt’oggi caratterizza questo avvenimento sportivo, nel 1906 si erano tenuti i giochi intermedi di Atene. L’abitudine quadriennale, che era stata consolidata qualche anno prima, venne riportata in auge con i giochi del 27 aprile a Londra.
Erano stati voluti espressamente da Pierre de Coubertin, allora il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, e furono considerati l’anniversario decennale rispetto ai giochi del 1896.
Nonostante questo non furono mai inseriti all’interno del calendario ufficiale dei giochi olimpici.

L’assegnazione della quarta Olimpiade a Londra

Originariamente il 27 aprile del 1908 le Olimpiadi si sarebbero dovute tenere a Roma. Pierre de Coubertin, aveva espresso la sua preferenza per Roma.
Nel 1906 però a seguito della crisi finanziaria che aveva travolto l’Italia e della eruzione del Vesuvio il 7 aprile dello stesso anno, il Comitato Organizzativo si decise una volta per tutte a rinunciare.
Berlino che nel 1901 aveva presentato la sua candidatura decise di non farsi di nuovo avanti.
Mentre il Comitato Olimpico Internazionale si trovava alle prese con la scelta di cosa fare della quarta Olimpiade, il British Olympic Association propose al COI di finanziare lo svolgimento dei giochi a Londra.
Poco tempo dopo, con il comunicato ufficiale del 24 novembre 1906, divenne ufficiale che i giochi si sarebbero svolti lì.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi