Mobilità sostenibile: FAW e Silk EV insieme per la progettazione e la produzione di vetture full electric e plug in
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Nel settore automobilistico si è giunti a un genere di accordo che comporterà delle notevoli innovazioni per quanto concerne le vetture di tipo elettrico.
Difatti le competenze e l’esperienza dei “cinesi” di “Faw” si sono associate a quelle degli “italiani” inerenti “Silk Ev”, per l’incremento di una nuova serie di automobili “sportive” totalmente “elettriche” e “ibride alla spina”.
“Faw” il più grande fabbricante “cinese” di “auto” vendute in “Cina” e “Silk Ev” la ditta italiana specializzata in “ingegneria” e nel disegno di vetture, hanno comunicato un’alleanza per la realizzazione di “Silk Faw”, ovvero dell’azienda che si occupa della programmazione, dell’accrescimento e dell’elaborazione di automezzi appartenenti a un’alta selezione “full electric e plug-in”.

Informazioni aggiuntive

Attualmente i particolari conosciuti non sono tanti, ma si sa che son già cominciati gli studi per individuare gli impianti di produzione. In questo senso si sta quindi considerando il nostro territorio come migliore obiettivo, in modo da poter attuare sia operazioni di ricerca sia d’incremento. Oltre ciò si potrà pure pensare al disegno e all’aspetto produttivo per quanto riguarda “FAW e Silk EV” e la realizzazione delle vetture “full electric e plug in”.
Lo scopo del concordato corrisponde al fatto di lanciare un’innovativa categoria attinenti delle auto “sportive”. L’insieme delle potenze consentirà di avere accessibilità a un “ecosistema” completo di collaboratori e di grossisti di un livello assolutamente privilegiato, elementi d’avanguardia per una dimestichezza di guida sicuramente innovativa.
La decisione finale giungerà in un lasso di tempo piuttosto contenuto.

L’intento che “Silk/FAW” intende concretizzare

Lo scopo primario è quello di contribuire concretamente alla realizzazione di un tipo di guida totalmente ricco di emozioni e unico, “sostenibile”, mediante l’uso di una tecnica estremamente moderna.
In questo modo si potrò attuare una “driver experience” attuale, in cui l’individuo si troverà in una posizione centrale dell’accrescimento dell’automezzo. Oltre alla “connettività” e alla “digitalizzazione” al suo servizio.
In pratica lo scopo principale è quello di diventare un precursore del rinnovamento dal punto di vista tecnologico e per quanto concerne lo stile.
C’è pure da considerare che questa tipologia di guidare equivale a un genere indubbiamente piacevole, visto che risulta molto silenziosa come “guida”. Poi altri elementi molto vantaggiosi e importanti sono il basso consumo di “carburante” e un modo di guidare assai più fluente.
Questi obiettivi portano a idee molto valide per ottenere un impatto a livello climatico eccellente.
Il proposito è proprio quello di riuscire a realizzare un avvenire con nessuna emanazione degli “scarichi”.
Questo sistema piacerà tantissimo a coloro che ritengono fondamentale cercare di preservare il più possibile l’ambiente, contenendo dunque l’avanzare dell’aggravamento inquinante ambientale.
Il motore di tipo “elettrico” si basa proprio su tutti questi aspetti che rappresentano un grande passo avanti sotto diversi punti di vista.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi