Danilo Gallinari: da Sant’Angelo Lodigiano alla conquista del mondo
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il famoso e talentuoso cestista Danilo Gallinari è nato a Sant’Angelo Lodigiano (provincia di Lodi), da padre ex giocatore di Basket, proprio come lui. Dopo aver conseguito il diplomato presso un’istituto superiore di Milano, il ragazzo ha frequentato, sempre nel capoluogo lombardo, l’Università Cattolica del Sacro Cuore e ha pubblicato un libro auto biografico intitolato: Da zero a otto. Ma non è sicuramente questo che lo ha reso così celebre, bensì la sua carriera come giocatore di Basket che lo ha portato fino oltre oceano. Danilo Gallinari gioca infatti nel ruolo di ala e si distingue nel tiro da tre punti e dalla media distanza.

Gli esordi di Danilo Gallinari

Danilo inizia giocandola sua carriera nelle giovanili del milanese e del lodigiano (rispettivamente Borghebasket 91′, Basket Lodi e Milano3). Già all’età di 16 anni entra, con il Casalpusterlengo, nella serie B d’Eccellenza del 2004-2005, vantando 28 presenze in stagione. L’anno successivo passa dall’Olimpia Milano all’Edimes Pavia (per un breve periodo di prestito), anno in cui subisce anche un terribile infortunio che però non lo limita nel vincere il titolo di miglior giocatore italiano dell’intero campionato di Legadue (sicuramente hanno influito i 14,3 punti che otteneva, mediamente, a ogni partita). Grazie ai suoi successi esordisce anche in Eurolega, sempre lo stesso anno, contro il Prokom. Ancora nella stagione successiva, ottiene il riconoscimento come miglior giocatore under 22 di tutto il campionato e il primo posto come miglior realizzatore italiano con 508 punti in totale.

L’NBA per Danilo Gallinari

Quelli descritti erano solo gli esordi, infatti Gallinari, nel 2008 viene selezionato dai New York Knicks. Gli inizi negli USA non sono stati dei più semplici, anche perché al Madison Square Garden viene addirittura fischiato dal pubblico di casa. Eppure, questo non ha fatto desistere il giocatore, anzi, per lui New York era come Milano, gliela ricordava, e quegli applausi persi, avrebbe dovuto guadagnarsel. Danilo Gallinari è stato, infatti, il primissimo giocatore non statunitense scelto tra i diciannove Rookie. Il numero di maglia che scelse e che ha sempre tenuto da quando iniziò a giocare è l’8, questo perché ritiene sia il suo numero fortunato e parte importante della sua data di nascita ovvero 08/08/1988. Esordì nell’NBA a Miami ma diversi problemi alla schiena lo costrinsero a fermarsi fino al 2009.

Gli anni più recenti

La stagione successiva venne selezionato e posto al primo posto della classifica NBA dei tiri da tre, un successo senza pari, per un italiano di Sant’Angelo Lodigiano. Nel 2011 proseguì la carriera negli Stati Uniti con i Denver Nuggets, distinguendosi contro i Portland Trail Blazers come migliore in squadra. Dal 2017 Danilo passa ai Clippers, con un’offerta da 65 milioni di dollari in tre anni. Diventando lo sportivo italiano più pagato in tutto il mondo. Ancora nel 2019, in cambio del giocatore Paul George, passa nelle schiere dell’Oklahoma City Thunder.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi