Calendario di Formula 1 2020: c’è la bozza, Monza si corre in agosto?
Ti piace questo articolo? Condividilo!

C’è la bozza del calendario di Formula 1 2020 e, anche se ancora non ci sono certezze, Monza spera vivamente di esserci, magari con il GP programmato per agosto. Il circus vorrebbe partire il 5 luglio, con il Gran Premio d’Austria al Red Bull Ring. E questa, ad oggi, è ancora l’unica data pressoché certa della stagione 2020, coronavirus permettendo. Come certo è che, una settimana dopo, si correrà nuovamente sulla pista austriaca. Ma è chiaro che nelle idee di Liberty Media e Formula 1c’è la voglia e la necessità di allestire un calendario ampio, che possa prevedere la disputa di 12 o addirittura 16 Gran Premi. E in ballo ci sono piste storiche, come Spa, Silverstone e la stessa Monza

Calendario di Formula 1 2020, la bozza

La bozza del Calendario di Formula 1 2020 prevederebbe, dopo i due weekend austriaci, la possibilità di correre a Silverstone il 26 luglio. È chiaro, però, che molto dipenderà dalla situazione sanitaria della Gran Bretagna. E invasa Liberty Media, come riporta motorsport.com, si starebbe pensando anche di virare nell’eventualità s Portimao, in Portogallo. A seguire ci si sposterebbe tutti a Hockenheim, in Germania, per un grande ritorno del circuito teutonico. Mentre dovrebbe saltare, a questo punto, l’appuntamento di Budapest all’Hungaroring. Dopo Hockenheim potrebbe entrare in calendario il Gran Premio di Spagna, ma anche qui tutto dipenderà dalla situazione sanitaria nel paese iberico. A seguire, poi, due classici senza tempo: Spa e Monza

Spa e Monza, due destini paralleli

Sia Belgio che Italia stanno lavorando senza sosta all’organizzazione del Gran Premio. È incredibile constatare come, se dovesse saltare Monza, sarebbe la prima volta dal 1950 senza un GP italiano in Formula 1. Liberty Media e Formula 1 vorrebbero, per il finale di campionato, restare il più possibile in Europa. Per agevolare gli spostamenti e per evitare, ovviamente, eventuali contagi. E quindi a settembre toccherebbe a Baku primae Sochi poi. Due città distanti non troppo e facilmente raggiungibili in aereo. Per il Gran Premio di Monza, a questo punto, l’appuntamento potrebbe essere per fine agosto. Se la pandemia dovesse dare un po’ di respiro, si potrebbe ipotizzare di sbarcare prima in Asia (Suzuka e Shanghai) e poi, con tappe ravvicinate, negli Stati Uniti (Austin), in Messico (Città del Messico e in Brasile (Interlagos). Prima del finale del 6 dicembre in Bahrain e il 13 a Yas Marina ad Abu Dhabi.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi