Hockey inline, Luca Rigoni lancia il programma #distantimainforma

Dopo mesi di stop forzato l’Italia dell’inline torna a far sentire la sua voce e lo fa tramite il lancio di un ambizioso programma di allenamento a distanza di sei settimane rivolto a ben 280 atleti, dall’under 16 alla categoria senior. Il progetto, rinominato #distantimainforma, ha preso il via lunedì 18 maggio e si concluderà a fine giugno. A lanciare l’idea è stato il ‘solito’ Luca Rigoni, coach delle nazionali inline maschili senior e junior, nonché tecnico del Milano Quanta, intervistato per l’occasione.

Luca Rigoni, come è nata l’idea di questo progetto?

In questi mesi di inattività ho iniziato a ragionare su come poter fare per coinvolgere i ragazzi a livello nazionale, mi sembrava giusto dare un segnale per far vedere che il movimento inline c’è e che si procede con il lavoro, indipendentemente dal fatto che quest’anno si svolgeranno o meno le competizioni internazionali in programma (mondiali senior e junior ed europei under 16 e 18, ndr). Oltre al supporto dei tecnici della Federazione ci siamo rivolti a dei preparatori atletici tra cui Nicola Fontanive (ex atleta e vecchia conoscenza del mondo milanese, ghiaccio e inline, ndr) che ci hanno dato una mano per realizzare un programma di allenamento mirato, a seconda delle varie fasce di età.

Come si svolge una seduta tecnica?

Si tratta di esercizi a corpo libero da svolgere a casa. Ogni squadra ha i suoi due allenatori di riferimento che seguono e controllano l’operato. Gli atleti possono svolgere gli esercizi quando vogliono durante il giorno così da potersi gestire tra i vari impegni, l’importante è che i ragazzi seguano una volta a settimana l’allenamento live, così da farsi vedere da compagni e tecnici.

I giocatori hanno aderito con interesse, coach Luca Rigoni?

Abbiamo cercato di coinvolgere il maggior numero di persone possibile; hanno aderito tutti con entusiasmo. Il nostro è uno sport di squadra e conta molto fare gruppo, in questo modo ci ritagliamo un momento per vederci e allenarci senza rinunciare a qualche battuta goliardica.

In casa Milano Quanta chi partecipa al progetto?

Ho cercato di coinvolgere quasi tutto il roster rossoblu, ci sono state un paio di defezioni legate a esigenze lavorative o familiari. Sono molto contento della risposta dei ragazzi. Tra i senior hanno aderito Mai, Pignatti, Barsanti, Bellini, Rigoni, Ederle, Lettera, Ferrari, Belcastro e Ronco. Abbiamo coinvolto anche alcuni giovani del vivaio rossoblu per le categorie junior.

Si pensa già alla nuova stagione?

C’è ancora tempo ma sicuramente nei prossimi giorni inizieremo a capire come muoverci: la società ha intenzione di riprendere da dove ci siamo lasciati.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi