Osservatorio Italiano Esports, partnership con Federesports
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sviluppare il settore degli e-Sports attraverso un network con i più importanti stakeholder presenti nel mondo degli sport elettronici. E’ questo il progetto che sta alla base della recente partnerhip tra Federesports e Osservatorio Italiano Esports. Nata dalla volontà comune di dare slancio al movimento italiano legato al mondo degli e-sports. La naturale conseguenza del lavoro svolto finora da entrambi i soggetti per l’evoluzione del settore in Italia. Una alleanza strategica, per colmare la mancanza di soggetti capaci di dare regole e rendere professionale il settore degli e-sports. E dare maggiore forza e credibilità a tutto il comparto. Dii seguito, l’intervista a Luigi Caputo, cofounder di Osservatorio Italiano Esports, e Maurizio Miazga, Segretario Nazionale Federesports.

Osservatorio Italiano Esports, gli e-sports hanno un soggetto aggregatore

Ci occupiamo di marketing sportivo spiega Luigi Caputo, cofounder di Osservatorio Italiano Esports – Dopo aver analizzato il mercato e-sports, ne è risultata la mancanza di un soggetto aggregatore. Siamo quindi intervenuti direttamente, con una duplice finalità. Come canale formativo e informativo, per accrescere la cultura degli e-sports tra i nostri associati. Ai quali forniamo ricerche di mercato, studi di settore, case history, una newsletter quotidiana

Networking per fare informazione e formazione

Contemporaneamente ci siamo posti come soggetto commerciale – prosegue Luigi Caputo – abbiamo incentivato gli associati a sviluppare logiche di networking in questo’ambito. Fino a diventare la prima piattaforma B2B di networking, informazione e formazione per gli operatori del settore degli e-sports. Il nostro obiettivo è dare un forte impulso alla crescita del movimento italiano degli sports elettronici

Osservatorio Italiano Esports e Federesports, alleanza strategica

Per recuperare il gap che accusiamo nei confronti degli altri paesi, abbiamo puntato sull’alleanza con Federesports. Una alleanza che reputiamo strategica. Grazie a questa importante collaborazione con Federesports, l’Osservatorio Italiano Esports continua nella sua opera di riunire e creare connessioni tra gli stakeholder più importanti del settore, per accelerare la conoscenza agli investitori non endemici. Federesports, dal canto suo, può mettere a conoscenza del nostro network la sua opera di standardizzazione del settore. Ed accrescere così autorevolezza

Federesports, collaborare per crescere

Federesports mira allo sviluppo degli e-sports – evidenzia Maurizio Miazga, Segretario Nazionale di Federesports – Le collaborazioni con altri entri, ne sono la base fondante. Con WESCO, aggregatore di business dedicato agli e-sports, proseguiamo nel necessario percorso di unione fra i vari stakeholders. Con ESIC perseguiamo la lotta al doping e l’Integrity negli e-Sports. Una partnership, quest’ultima, che ci ha permesso di allacciare rapporti con il mondo e-sportivo dell’Asia e del Pacifico. Sul fronte interno, siamo attivi con il CONI attraverso il Comitato Promotore E-sports Italia. E con la FICr continuiamo nella formazione degli arbitri per il mondo degli e-Sports

Maggiore credibilità e forza al comparto, tutti soddisfatti

Una partnership che soddisfa tutti. “Siamo ancora indietro rispetto ad altri Paesi, mancano operatori capaci di dettare le regole. A discapito della professionalizzazione del settore – commenta Luigi Caputo – Fino ad ora non è mai stato considerato l’aspetto aziendalistico. Non si è mai andati oltre la logica dei detentori e dei giocatori di e-sports. Ma senza il coinvolgimento delle aziende, il settore non crescerà mai. La nostra sinergia darà maggiore credibilità e forza a tutto il comparto italiano degli e-sports Soddisfatto anche Maurizio Miazga. “Questa partnership – conclude il Segretario Nazionale di Federesports – crea occasioni di confronto. Tra chi si occupa di e-Sports e chi vede in questa nuova disciplina sportiva un veicolo mediatico strategico. Da oggi gli investitori sanno di poter contare su interlocutori autorevoli

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi