Urania Milano, basket ai tempi del covid
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Una chiacchierata a tutto tondo con il GM di Urania Milano, Luca Biganzoli( Dirigente dell’anno 2018-19 in #SerieBOldWildWest, Premio “Gabriele Fioretti”). Con lui, cercheremo di comprendere cosa questo Covid19 abbia significato( e significherà) per il movimento cestististico italiano.

GM Luca Biganzoli (credit photo Urania Milano-Stefano Gariboldi-)

Buongiorno sign Biganzoli, innanzitutto grazie mille per questa intervista. Spero che questo maledetto Covid non abbia toccato a livello medico Urania.

Iniziamo con un breve bilancio di questa stagione anomala. Eravate una debuttante, che voto può dare a questa avventura?

  • Negli ultimi anni quasi tutte le neopromosse sono retrocesse. Questo da l’idea di quanto il salto B verso A2 sia complicato. Al risultato sportivo 7,5. Altri obbiettivi sono stati centrati come ad esempio il coinvolgimento  del pubblico al Palalido: voto 8. Fondamentale il  miglioramento della struttura societaria voto : 8

Il GM della Virtus Bologna, giusto qualche giorno fà, ha sostenuto che la FIP avrebbe sbagliato a chiudere i campionati e che sarebbe stato più corretto aspettare l’evolversi degli eventi per decidere, cosa ne pensa? Giusto fermare tutto o si poteva aspettare? Eventualmente, una soluzione calcistica (concludere a porte chiuse), avrebbe avuto senso in un movimento che ha nel botteghino uno dei maggiori introiti?

  • Il momento che abbiamo vissuto a causa dell’ emergenza sanitaria è stato drammatico. Tutti noi abbiamo spinto per fermare il campionato e ridurre i rischi per  il movimento. Le priorità erano e sono altre. Il calcio ha interessi economici superiori, diritti tv ad esempio. Non credo che per riprendere il campionato ci sia il clima giusto.

Rimanendo in tema sportivo, vuol commentare la decisione di promuovere d’ufficio Torino? Da fuori non si sono compresi benissimo i motivi di questa scelta, da “dentro” è più chiara la decisione o resta nebulosa?

  • Le regole di ingaggio in questi casi devono essere molto chiare onde evitare polemiche. Torino merita probabilmente la serie A. In questo caso, unico, avremmo potuto prendere in considerazione la promozione sulla base di un piano “industriale” 

Veniamo alla parte economica, il Covid19 ha fatto saltare investimenti, introiti, sponsorizzazioni e quant’altro in ogni sport e ad ogni livello. I conti ancora non si potranno chiudere, ma per Urania questa sospensione del campionato cosa ha voluto dire economicamente?
(Se è possibile saperlo, in quanto si stimano le perdite tra botteghino,sponsorizzazioni riviste ecc).

  • Covid 19 ha creato grossi problemi di liquidità in tutti i settori  compreso lo sport che vive di sponsorizzazioni e ticketing. Sta mettendo a dura prova il sistema , l’oggi e il futuro.  Chiudere la stagione e ripartire sarà una sfida molto difficile per tutti i club. Stimiamo mancati guadagni in questa fase del 25% del budget. Per l’anno prossimo Deloitte parla di una riduzione del 40%

Le previsioni per la prossima stagione? Prevede un taglio generale del budget o pensa che si riesca a mantenere gli standard pre pandemia?

  • Stiamo chiudendo 2019/20.  Non abbiamo ancora un budget per la nuova stagione anche perché il clima di grande incertezza non ci aiuta. Sarà una stagione con meno risorse economiche. Dovremmo avere più idee.

Passiamo al settore giovanile, avete una grossa tradizione nell’area milanese( aimè, avendo fatto tutta la trafila cestistica a Milano, vi ho incontrarti e ho perso parecchie volte nei miei anni da giovane cestista).
Cosa ha voluto dire per le vostre squadre questo blocco? Avete previsto dei piani d’allenamento casalinghi o avete dato massima libertà ai ragazzi? Pensate che con la riapertura dei centri sportivi si possa tornare ad allenare almeno loro o per sicurezza si riprende a settembre?

  • Siamo molto orgogliosi del nostro settore giovanile…. (mi spiace per averla battuta spesso !!!). Istruttori, allenatori e atleti hanno creato una vera e propria community per svolgere attività on line. Un buon metodo per non perdere le buone abitudini e sentirsi vicini.

Ultima cosa. Il capitano dell’ Olimpia Milano, Andrea Cinciarini, ha dichiarato che questo periodo per gli atleti sarà delicatissimo e che la ripresa lo sarà ancor di più a causa dello stop di 5 mesi dell’attività agonistica. Cosa dobbiamo attenderci alla ripresa? Match dettati dal nervosismo e dalla paura di farsi male( o di contagiarsi) o potenzialmente la miglior stagione di basket giocato degli ultimi 10anni?

  • Innanzi tutto aspettiamo di sapere il  quando e il come. Sarà un situazione nuova e difficilmente immaginabile. L’impatto psicologico, la paura che ci porteremo dietro per un po’  di tempo  sarà l’elemento essenziale. Alla fine  la voglia di tornare a vivere questo bellissimo sport sarà l’arma vincente.
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi