Powervolley Milano, ufficiale: Riccardo Sbertoli ha rinnovato
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Io sono Riccardo Sbertoli e sarò il regista dell’Allianz Powervolley Milano per altre due stagioni. Insieme continuiamo a scrivere la nostra storia”. Con questo messaggio, lanciato stamattina in una video parodia della serie tv di Netflix “La casa di carta”, la società del presidente Lucio Fusaro ha annunciato il prolungamento del contratto del palleggiatore milanese per altre due stagioni.

Riccardo Sbertoli, rinnovo biennale con la Powervolley Milano

Un vero e proprio anello di congiunzione tra presente, passato e futuro, Riccardo Sbertoli. Lui che, nato a Milano 22 anni fa, è di fatto cresciuto a pallavolo in salsa esclusivamente meneghina: il suo inizio, nel 2011, nelle giovanili del Volley Segrate; da lì il passaggio in prima squadra nella stagione 2021/2013, disputando e vincendo la Serie B2. La stagione della svolta è la 2015/2016, quando la Powervolley Milano decide di puntare forte su questo 18enne di belle speranze. Che fa parte delle nazionali giovanili ricevendo, sempre nel 2016, anche la chiamata dall’Italia “dei grandi”.

Il sogno olimpico è solo rinviato

Il primo successo (e per ora l’unico) la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo 2018, anche se il sogno è dietro l’angolo, rimandato di un anno solo da una pandemia che non può però fermare la corsa di Riccardo: l’Olimpiade di Tokyo l’anno prossimo. E Riccardo Sbertoli, da tempo, è ormai parte integrante del gruppo della nazionale italiana di pallavolo. Assieme al capitano della Powervolley Milano, Matteo Piano, e al libero Nicola Pesaresi. Un terzetto di atleti in salsa meneghina che terrà alto l’onore dell’Allianz Powervolley Milano. Anche se rimane ancora il dubbio di come sarà la prossima stagione. Al momento, infatti, non ci sono ancora certezze su come verrà disputata (a porte chiuse?) e quando.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi