Francesca Schiavone: “Roland Garros, trionfo indimenticabile”

Sono passati 10 anni dallo storico trionfo al Roland Garros id Francesca Schiavone.Prima italiana di sempre a vincere uno Slam, la leonessa battè l’australiana Stosur 6-4 7-6. Su Sky Sport ha riaperto il libro dei ricordi.

I ricordi di Francesca Schiavone

Un’emozione difficile da spiegare. Per alcuni secondi dopo la vittoria c’eravamo solo io e lei, la mia terra. Mi sono stesa e l’ho baciata. Bellissimo, indimenticabile. Conosco ogni angolo di quel torneo, gli umori e la passione della gente sulle tribune. Emozioni forti che ancora adesso mi motivano, mi stimolano, mi riportano felicità e gloria. È stato un anno difficilissimo, il più complesso della mia carriera. Ho pensato di mollare, ma poi ho sentito che il tennis fosse ancora la strada che volevo continuare a percorrere”.

Il ritiro

Anche se non è più una giocatrice dal 2018, la grinta è la stessa di quando si trovava in campo. “Una scelta di cuore, non di testa. La mia testa vuole arrivare in alto per raggiungere obiettivi che mi sono prefissata, non mi fermo”.

Il tumore

Da leonessa, la Schiavone ha vinto anche la sua partita più difficile, contro il tumore. “Il mio patrimonio me lo porto dentro. Mi sono ripresa la salute, che non è poco, e il tempo. Ora mi rendo conto di quando vado troppo veloce. Il campione è chi sa fermarsi, respirare e dare alle cose il giusto valore. Comunico di più, mi sono aperta. Prima filtravo, mi proteggevo. Oggi ho un senso dell’esistenza diverso: la malattia mi ha regalato la pazienza”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi